Bruciati mille miliardi di Euro sui mercati finanziari…

La frase che da il titolo a questo articolo è il tormentone “giornalistico” che segue ogni qualvolta si verificano giornate nere sui mercati finanziari. A voler mettere la ciliegina sulla torta lo speaker di turno potrebbe pure aggiungere cose del tipo “…e pensare a chi muore di fame nel mondo!”, sarebbe davvero struggente e magari farebbe maggior audience. Io quando sento tale “notizia” immagino sempre un grande stanzone dove sono accatastate montagne di soldi (un pò come il deposito di Zio Paperone) ed all’improvviso penso al malcapitato Paperino che lasciandosi sfuggire di mano un fiammifero acceso manda in fumo tutti gli averi dell’amato Zio…appunto bruciati! Vorrei ricordare una semplice cosa: la borsa è un gioco a somma zero, i soldi che tu perdi nello strabiliante trade caldeggiato dall’ultimo guru li ha semplicemente messi in tasca qualcun’altro…tutto qua. Il “volume dei venditori” (questi diabolici…) semplicemente non esiste, perchè per ogni quantità che il diabolico shorter vende c’è un coglione rialzista che la compra…stesso vale per mercati che salgono. A volte il coglione rialzista è lo stesso diabolico shorter che prima vi ha rifilato una sola a prezzi elevati ed ora si ricopre coi vostri stessi soldi approfittando del vostro stop loss…stavolta tanto coglione non è! Dunque la frase del titolo è una paurosa menzogna che denota o la totale ignoranza di chi fa informazione finanziaria pronunciandola oppure la totale malafede della stessa informazione…forse devono farci “bere” la novella del “cattivo che ha fatto crollare tutto” o dell’evento imprevedibile per zuccherarci la perdita in conto capitale dei nostri “sicurissimi” fondi stipulati presso banche e quant’altro. Ho sentito miliardi di volte pronunciare dal promotore di turno (alias venditore di pentole) che questi sono prodotti sicuri, che ormai il peggio è passato ed i mercati sono in salute….infinite verità sacrosante iper certificate, poi quando il diabolico Dio shorter decide che è tempo di incassare lo stipendio…”e che ci vuol fare, nessuno può prevedere il futuro”! Ah si? Quando devi rifilare i prodotti sui quali anticipatamente mangi tu e la banca tramite sonanti commissioni hai il futuro in tasca, poi dopo?
Da quando sono nati nessun fondo azionario è mai riuscito a fare meglio dell’indice del mercato di riferimento (e non serve comprare l’intero listino per replicare un mercato…), come mai nessun promotore propone gli ETF? Che diversamente dai comuni fondi distribuiscono pure il dividendo? Forse perchè non sono prodotti della sua banca? Forse perchè è meglio un sano piano di accumulo (PAC) con sonanti commissioni di gestione? Il meccanismo matematico del PAC è pressochè banale per non dire ridicolo…vi sembra che una strategia matematicamente ridicola possa “sfidare” un mercato finanziario? Perchè allora il 90% dei trader (ed il 99% dei risparmiatori) perdono valanghe di soldi quando avrebbero (avremmo) questa miracolosa formula matematica che a detta degli “esperti” fa diventare ricchi (questo prima che il diabolico shorter si metta in moto)? Arrivederci al prossimo falò!
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: