Opinioni d’autore.

Inserisco questo spezzone di articolo di Maurizio Blondet tratto liberamente dal suo sito Effedieffe


Così, leggo ora su Repubblica, aumenta il numero delle case in vendita all’asta: sono gli appartamenti pignorati a italiani che non riescono a pagare il mutuo.
Abbiamo anche noi, come in America, i debitori «sub-prime»: quelli che si sono indebitati più del 20% del loro reddito.
Ed è facile: su un reddito medio di mille euro mensili, il mutuo sostenibile dovrebbe essere di 400. E dite voi quale abitazione si può comprare con 400 euro mensili.
A Milano, nemmeno un box.
E’ l’effetto dell’ipertassazione di Visco, dei rincari che ha provocato, e dell’aumento dei tassi primari della BCE.
L’effetto che comincia a vedersi è la deflazione.
La gente non consuma, e l’economia tutta ne deperisce.
Fra poco, comincerà a cadere il valore nominale degli immobili, le case in offerta tendono già oggi a restare invendute: l’illusorio effetto-ricchezza che prova chi sa di possedere una casa, diciamo, da 150 mila euro, svanirà quando quella casa non troverà compratori a 120 mila, a centomila.
I consumi si restringeranno ancor più, perché tutti ci sentiremo più poveri; aumenterà l’indebitamento.
Il circolo vizioso della deflazione è già innescato da Visco.
Ma gli introiti fiscali non diminuiranno, a questo provvede il blocco dei Parassiti: basta aumentare gli estimi di appartamenti che hanno perso valore, lo stanno già facendo.
M.Blondet

La deflazione è la spirale che ha avvolto la crisi del 1929 portando alla storica Grande Depressione, ciò che ritrovo su questo articolo combacia perfettamente con gli studi di Elliott sul lunghissimo termine da me postati a suo tempo e dall’analisi di Cayce anch’essa pubblicata mesi fa…forse non sono il solo a sparare fesserie!?!? Vi invito a rileggerli sapendo che sono solo ipotesi ma da tenere bene a mente visto che tutti i media non fanno altro che proporre consigli per gli acquisti e che si sta rigenerando l’idea dei mercati rialzisti eterni…
Annunci

11 Risposte

  1. ing. alessandro, buonasera, sono maurizio quello famoso del crollo entro febbraio, si ricorda? sicuramente si. ho letto questo suo articolo, ed era per me doveroso scriverle, per manifestare la mia immensa ammirazione per i suddetti scritti, lei ha interpretato benissimo la situazione in atto a livello sia economico che grafico, SARA CASI COME DICE LEI, noi lo sappiamo per altre strade che ella ben conosce, addirittura peggio che in quel periodo del 29 le auguro buon lavoro, continui cosi’, lei e veramente bravo e in gambissima!

  2. Vero alex, il problema è il tempo…se il tempo da tempo….
    tempo fa… t’avevo parlato anche di bertolazzi, del suo libro…”aspettando un nuovo ’29”
    tutti scenari possibili,probabili.. il problema di chi opera…di noi trader è il tempo, è con quello che bisogna fare i conti…il tempo è l’oste della situazione..
    io ho quasi smesso di pensare…riguarda la sfera privata il pensare..operare vuol dire un’altra cosa…credo sia meglio contare..numeri, proporzioni, e quant’altro aiuta a portare la pagnotta a casa
    ciao.

  3. Grande Texano…stavolta di soppiatto su un comment…vero ed unico Big Boys!!!

  4. ancora, maurizio x igor, ma che importa del tempo, si andra giu per 5 anni, ma voi credete ancora a nuovi massimi? mha

  5. Ciao Maurizio, sai come la penso, che siamo vicini ad un punto cruciale per l’intero sistema credo sia comune opinione, mia e tua. Sul discorso dei nuovi massimi vedi, se anche il mercato proseguisse per 5 mesi al rialzo dal mio punto di vista i fondamentali non cambiano e nemmeno il mio studio sul lunghissimo termine di Elliott (per quel che possa ovviamente valere). L’idea di nuovi top è secondo me allo stato attuale solo la presenza nel panorama finanziario di “polli da spennare”…tutto qua, anzi, più va su e più mi fa venire in mente la “dritta” che ci dicevamo quando giocavo a calcio nei dilettanti e mi capitava di marcare uno più grosso di me: “più son grossi e più grosso è il tonfo quando cascano!”.
    Ecco, la mia view attualmente è questa, i segnali distributivi sono evidenti da mesi, se poi vogliono distribuire ancora molto faranno un pò loro. Igor, dal suo punto di vista (che è anche il mio) giustamente speculando sul breve necessita del timing è ovvio, se poi uno oggi dovesse spostare propri capitali tutti sull’azionario con l’idea “li riprendo fra 3 o 4 anni” ecco…qui magari un bel “che Dio t’assista” ci sta bene. Credo che alla fine tutti e tre sosteniamo al stessa cosa ma con ottiche diverse relative alle proprie operatività ed esigenze.

  6. Beh diciamo che una discesa sarebbe nell’ordine naturale delle cose di borsa. Io avrei alcuni mesi come topici ovvero maggio-giugno e agosto-settembre, vedremo.
    Per parlare di nuovo il 29…ci sono forse le condizioni macro ma non quelle psicologiche….piuttosto potremmo parlare di nuovo 97-98 se succedesse qualche cosa alle nuove tigri asiatiche alias cina, corea e india. Se questa eventuale crisi mettesse in fort difficoltà i signori del vapore…ben venga sulle borse ormai hanno accumulato troppo potere… basta vedere i profitti che vengono fatti con il proprietary trading.
    Il libro a cui fa riferimento igor penso sia quello di Benetazzo, ma esiste anche un bel lavoro di Mandeville, peccato che non riesco a trovarlo in libreria.

  7. Ce l’ho io Mandeville, ma è appunto su libro e non su pdf sennò te lo sparavo via “etere”. Io l’ho preso da disinformazione.it , li lo trovi di sicuro…almeno credo.

  8. ok tks, prima di comprarlo volevo farmi un’idea.

  9. Su eMule c’è “come affrontare il crollo economico del 2006-2007” in formato word ed è 650Kb. Ricerca per parola chiave “Mandeville”.

  10. sempre, maurizio, ok il tuo discorso non fa una grinza, d’accordo su tutto, non dimenticarti la variabile dell’attacco all’iran, i segnali ci sono gia’, e poi quel tiro violento all’insu’ dell’altra settimana in poco tempo,puzza di fretta, comunque anche all’amico fib, fidati, sara’ una discesa drammatica, mai vista, mettiti short sul lungo che non ti sbagli, in questi momenti decisivi la speculazione veloced e’ molto pericolosa. un abbraccio a tutti.

  11. guerre: il fenomeno è dibattuto nel senso che alla lunga sono espansive se le aspettative sono per una rapida conclusione…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: