Se i Cinesi sapessero…..


shanghi.png

Se i Cinesi sapessero le corbellerie che scrivono i nostri giornali si farebbero grasse risate, oppure imparerebbero pure loro a scrivere corbellerie ritenendole cose serie. Da valido appassionato della soap “Beautiful” (…??) spesso incappo nel “Trombino” di turno che mi elargisce fiammanti verità sul perchè i mercati oggi sono forti oppure deboli (…devono avere problemi di pressione ste borse), e vai che un giorno è aumentato il petrolio e che disastro aumenteranno le bollette dunque che vuoi che faccia la borsa…scende che diamine! Poi il giorno dopo la borsa sale…dice come mai?? E’ aumentato il petrolio!!! Fanno utili i titoli petroliferi….si ma scusa “Trombino” e ieri non hanno fatto utili?? Mah…si vede che erano in ferie! Dopo il “crollo” del 27 Febbraio di Shanghai tutte le borse sono diventate succubi dei simpatici (..??) cinesi, è giusto di ieri la fiammante notizia che invece no!!! La Cina è ricrollata ma noialtri dell’occidente a sto giro ce ne siamo fregati! Ecco sopra un grafico dello Shanghai Composite, il riquadro rosa è il famoso “crollo del 27 Febbraio”, intanto proprio lì dietro (riquadro azzurro) c’era stato un bel movimento down e…avete sentito niente dal “Trombino”? Il 19 Aprile (cerchio verde) la barra giornaliera dei Cinesi proprio di poco manca l’uguaglianza con quella del 27 Febbraio…il Dow? L’ha liquidata con una inside!!! E poi (riquadro nero) la barra di ieri…pardon…il crollo di ieri (oh… sti Cinesi in piedi calmi nun ce sanno sta…) e il Dow? Nuovi Top..ed i “Trombini” han ruggito “le scie cinesi negative han dato la forza agli americani per ribaltare la situazione…” Ma insomma….posso guardare seriamente Beautiful senza notizie idiote prima? Il giornalismo finanziario è una delle più belle barzellette che si possa trovare…
Dimenticavo, lo Shangai Composite…bel trend….vediamo che succede alle canalizzazioni….

Raid over Japan!


nikkei30may.png

Guardare altri mercati induce a poter sciogliere dubbi sull’analisi dei singoli ed allora prendo il Nikkei dei simpatici giapponesi.
Due conteggi, il blu ed il verde. Partiamo dal blu: classico pattern a 5 onde, un’impulsiva, però al possibile termine ergo correzione in arrivo, quanto? In genere ci si attesta attorno al 50%, più o meno nell’area del cerchio blu proiettato dalla freccia di eguale colore. Ora guardiamo bene l’onda 1 in blu…notate nulla? Anche scendendo in qualsiasi time frame inferiore non si riesce a vedere al suo interno una frattalizzazione a 5 onde….che vuol dire? Vuol dire che quella non è un onda 1 bensì l’inizio di uno “Zig-Zag” che identifico in verde con W. Poi il Nikkei si diverte a lateralizzare e mi impone di prendere in considerazione un double zig-zag ed ecco l’onda X, e quindi un nuovo “colpo a 3 onde” che culmina agli attuali livelli di prezzo etichettato con Y. La teoria contempla anche i triple zig-zag ovvero dopo una onesta correzione all’acqua di rose potremmo ancora tentare nuove avventure rialziste, però il momentum in fondo al grafico è li a dirci che per quanto possa io “sognare” le mie onde esso è in divergenza….foriero di inversione imminente, e questo vale per entrambe gli scenari. Ah…dimenticavo…il target nell’eventualità sia vero lo scenario verde? Oltre il 61,8% di tutto il rialzo…con licenza e tutti i santi crismi di andare pure sotto il minimo del 2003…eh si, lo scenario verde è tipico di una correttiva ovvero il vero minimo è ancora da fare! Quale sarà quello giusto? A voler essere accademici il verde per le motivazioni riguardanti la struttura fragile dell’ipotetica onda 1 blu….ma comunque lo scenario blu lo tengo sempre sott’occhio…sarà la correzione (perchè prima o poi deve venire) a svelarci un qualcosa in più, ma quando? Secondo me non sarà molto femminile…nel senso che non si farà attendere più di tanto. Idea di fondo? Gran parlare del futuro boom dei Japan…ecco, sarà sicuramente così, ma io prima di buttarci mezzo centesimo aspetto a vedere “come” corregge…vedi sopra….abbiate saggezza, attendete che lo scenario verde vada nel cestino prima di avventurarvi troppo ad oriente.

Largo Buoi n.3


herd1.jpg

Io non faccio di mestiere il Blogger, non perderò un minuto per moderare i comments passandoli prima alla mia vista previa pubblicazione. Già ora che iniziate ad essere un bel numeretto non riesco a rispondere a tutti. Figuriamoci se devo fare anche da paciere o distribuire condanne ed indulgenze.

E’ giusto mettere i puntini sulle “i” in quanto come tutte le cose che crescono incappano in problemi di rodaggio, ecco dunque rivolto a tutti i lettori il mio pensiero sulla gestione del blog stesso.
Ve la dico in tutta onestà:

I comments rimarranno senza moderazione, lasciando a gente adulta il compito di relazionarsi con gli altri. Io però già da ora li leggerò con molta più calma, perchè ho anche da lavorare ed il blog non mi mantiene..è un hobby, e cercherò di rispondere il più possibile ma nei limiti del mio tempo. Siete liberi di fare ciò che volete, il giorno in cui qua dentro vi sarà l’80% di insulti ed il 20% di roba interessante io chiudo tutto.

Se si discute di borsa e affini, scherzando o anche come volete voi è un conto e soprattutto un divertimento…se un hobby mi deve diventare oggetto di “rottura di pifferi” allora è inutile che continui ad esisitere. E puntualizzo: non me ne frega nulla di sapere chi inizia e chi conclude….NON SONO QUA A FARE IL GENITORE DI NESSUNO.

Scusate, anche a chi magari gli insulti se li è presi gratuitamente, ma io non ho fatto un blog con l’intento di farmi un fegato enorme per perseguire l’utopia che tutto il mondo vada d’amore e d’accordo.

Prego, il blog è nelle mani dei lettori e dei partecipanti…fatene l’uso che più identifica le vostre “anime”…io ho già da pensare alla mia.

Punto critico.


dow28may.png

Da tempo dico che giugno e i 13500 e dintorni di Dow Jones sono punti “caldi”, nessuna verità in tasca ovvio, ma roba su cui fare attenzione si. Il Dow Jones di lungo periodo (2002 ad oggi) può chiudere in questi giorni una struttura a 5 onde ergo preludere ad una inversione, stavolta non il solito sgonfiamento da ipercomprato ma un trend reversal….cosa si prospetta dopo, leggendo DJ1908 , si può immaginare con vari scenari, mi limito ora alla navigazione a vista. Se siamo su un’onda 5 (viola) e prossimi alle canalizzazioni il succo è “capolinea”! Nel riquadro blu ho incastonato l’ultimo movimento e come vedete dai pallini anch’esso ha una possibile struttura a 5 onde. In alto a sinistra la consueta conclusione (scenario A), il cerchio verde indica rispetto al grafico la posizione possibile, in tal caso appunto a fine corsa. Il movimento incastonato nel rettangolo se fate caso ha in concomitanza del secondo pallino blu effettuato un falso breakout ribassista sulle canalizzazioni, in gergo si chiama “Throw-over”, quando un’onda 5 fa questo giochetto sulla sua onda 2 lo può replicare anche sul canale superiore (ergo potrebbe esserci un bel “tiro” finale) se non addirittura paventare una estensione interna ed ecco dunque lo scenario B con il consueto cerchietto verde ad indicare il “dove siamo”, essendo questo un grafico mensile completare tutta quella struttura implica arrivare molto in là con il tempo, addirittura autunno inoltrato se non Marzo 2008…..ne prendo atto ma sinceramente do una bassa probabilità a che ciò si verifichi. Questo perchè analizzando i volumi (sempre mensili) sullo SP500 abbiamo tra Aprile e MAggio (non concluso…) una moria degli stessi… le borse per salire necessitano di soldi…ergo o iniziano a buttarceli dentro già da ora oppure chiodi. Allo stato attuale dunque prediligo lo scenario A ovvero l’essere in prossimità di un top importante, naturalmente i mercati vanno seguiti e verificati giorno per giorno ed in proposito scendiamo ad aggiornare lo scenario di breve termine.

dow28mayb.png

Qui sopra l’ultimo movimento up conseguente al “minicrollo” di Shanghai di Febbraio. E’ in pratica l’ingrandimento sul daily di ciò che sulle barre mensili del grafico sopra ho evidenziato con il cerchietto verde. Se avete seguito il blog è lo studio che porto avanti da un pò, mostrandolo con le sue varianti anche sul NAsdaq, in sostanza cambia poco. Dicevo in settimana che dovremmo essere entrati in un onda 4, eccola, almeno nel possibile embrione iniziale, abbiamo delle canalizzazioni li sotto pronte a fare da supporto e poi l’ultima (possibile) onda (la 5 di 5 di 5) rialzista. Teoria vuole (Equality rules) che se onda 3 estende (e qui lo fa) onda 1 ed onda 5 siano eguali o in tempo o in prezzo o in entrambe. Quel quadrato indica proprio questo, ipotizzando che i canali fermino in qualche modo e da qualche parte questa onda 4, proiettando in tempo e prezzo ritroveremmo i solito 13500 e dintorni (dissi di metterci un margine del 2-3%) e come timing la metà di giugno…insomma il mese venturo. Mi aspetto dunque un nuovo tentativo di top (l’ultimo tiro…) però, perchè sia valido questo conteggio, sarebbe opportuno che non fosse troppo esuberante ovvero che andasse ad affievolirsi nel centro dei canali (se reggono all’onda 4 di ora, sennò vanno ridisegnati) ovvero che il canale superiore non sia più testato (tradotto: perdita evidente di momentum), diversamente forse dovremmo rivedere la struttura qui sul breve…naturale che è da monitorare questa ipotetica onda 4!
Concludo ricordando che tutto quanto detto è alla luce di ciò che OGGI ho davanti, Elliott non prevede il futuro, consente solo di costruire scenari probabilistici ed il compito del Trader è cercare sempre di stare sul più affine…ve la dico con una banalità: se domani aprisse in gap down del 10% è ovvio che ci sarebbe qualcosa da rivedere!!! Voglio puntualizzare ciò perchè spesso la teoria delle onde è denigrata (da chi non la sa usare) e dichiarata falsa…Elliott 70 anni fa non disse mai di prevedere il futuro….disse appunto di andare alla ricerca del “probabile”.

Tori e toreri.


spain.JPG

Nonostante l’esuberanza animalesca che lo accompagna sovente il Toro è costretto a finire la sua “corsa” venendo “matato” dal torero. Di rimbalzo da Effedieffe trovo su GoldForecaster un interessante articolo su alcuni movimenti di alcuni istituzionali. Pare che il Banco di Spagna abbia negli ultimi mesi venduto carrettate di oro (80 tonnellate…) e sembra che il totale delle riserve valutarie e auree attualmente detenute ammonti a 13bn di euro rispetto ai 41bn del 2002, tecnicamente la Spagna ha riserve per pagare appena 12 giorni di importazioni. Oltre all’oro sono stati venduti anche titoli del tesoro Statunitense e Britannico. Sembra (sempre fonte goldforecaster) che anche Grecia e Portogallo siano sulla stessa situazione. Nonostante il momento prospero dell’economia il problema spagnolo (ma guarda un pò che alla fine han tutti lo stesso problema…) è il deficit dei conti correnti che raggiunto il 9,5% del PIL, non solo, il settore privato ha accumulato un debito di $600bn , le aziende sono indebitate per il 100% dell’intero PIL, le famiglie sono indebitate per il 120% delle loro possibilità, la maggior parte a tassi variabili. Anche tra i Tori Spagnoli è stata vigorosa la bolla immobiliare, il settore edilizio è il 17% del PIL e tanto per annusare l’aria che tira è da segnalare che le azioni di Astroc (costruttore di Valencia) sono crollate del 77% da fine febbraio ad oggi. Qual’è la problematica che porta Goldforecaster ai lettori: semplice, essendo la Spagna sotto il cappello dell’Euro non può svalutare la moneta per correre ai ripari come fece il Giappone nella crisi degli anni 80 in quanto gli stati non hanno più sovranità monetaria, ma al tempo stesso devo far fronte da soli a situazioni di crisi in quanto per statuto la BCE interviene solo in caso di crisi che si estende a tutta l’unione. Cosa resta da fare ai Tori Iberici secondo GoldForecaster? Nulla, a parte incorrere in deflazione suicida avendo i tassi dell’euro ed in soldoni finali traducento il tutto in un gelo dell’economia ed in un crollo dei consumi.
Se volete approfondire andate direttamente al sito di GoldForecaster oppure su Effedieffe e leggetevi la traduzione di Blondet e le sue opinioni al riguardo, io non entro in meriti o demeriti politici di questo o quel saltimbanco piazzato da lobbies varie, mi limito da Trader a prendere atto dei numeri.
Come vado da moltissimo tempo ripetendo (praticamente dall’avvio del blog) non fatevi ingannare dagli utili delle aziende….sono utili derivanti da soldi presi a credito che non potranno essere “rimessi”….i conti alla fine arrivano per tutti e ricordatevi sempre che non c’è solo la bolla immobiliare o quella dello Shanghai Composite….ci sono pure gli Hedge Found che devono ballare coi tacchi a spillo con sopra il groppone il 250% di leva finanziaria……anch’essa a debito ovviamente!!! Il timing sui mercati lo approfondiremo ad inizio settimana…viva i Tori e viva il Toro….ma fate bene attenzione a saltar fuori un minuto prima della gran parata……..dopo, come tutti i Tori, sarete matati!

Sondaggio per i lettori.


promotori_finanziari.jpg

Buongiorno da Moretti,
volevo aprire un mini sondaggio…….
Chi di voi ha sottoscritto prodotti Mediolanum Vita?
In specifico:
Europension
 Europension Tax Benefit
 My Pension
 Dipiù
 Dipiù Money

E’ solo un sondaggio…..poi, se volete si entra nel particolare ma solo in risposta a precise domande.
In pratica vorrei fare con voi un brain storming….. che potrebbe essere utile a chi li ha già sottoscritti… e a chi lo sta per fare!!!
Con affetto.
Il vostro promotore di quartiere.

Wild World: il mondo che …conosciamo???


1.png

Iniziamo a capire un pò di cose su come funziona il “sistema” pianeta terra. Qui sopra avete il normale planisfero delle terre emerse.

Circola una gran voce secondo la quale non sono più gli USA a tirare il mondo e che è ad Est che dobbiamo guardare. L’America ha un debito spaventoso? Ha un grande deficit commerciale? Gli stanno delocalizzando pure i “bagni diurni”? Pazienza!!! Il mondo che conta è tutto ad Oriente!

Bene, ma prendiamo ora il comparto elettronico ovvero la mitica “innovazione”. Qui sotto trovate due planisferi; sono costruiti tenendo in considerazione l’import e l’export dei prodotti elettronici e in pratica rimodellano gli Stati a seconda del peso che hanno nell’attività in questione.

Il primo planisfero riguarda l’ IMPORT… e guarda un pò chi è che nel mondo importa una valanga di roba: gli USA! Della valanga fanno parte anche tutti gli utilissimi aggeggi tipo microcamere, TV Plasma, etc., insomma quella roba che dopo 6 mesi è vecchia decrepita e che guai a non averla in casa altrimenti e chi campa più?

Grafico sotto ancora, guardate chi esporta? Cina e Giappone! Eccoli!!!! Gli Orientali che domineranno il mondo! Bene, buono a sapersi, ora domani vado subito ad investire nell’indice di Shangai che giusto nell’ultimo anno ha fatto +300% e passa…eh…avran sicuramente visto questi mappamondi!

Vi ricordate nel post “Basta un soffio di vento” dove riportavo che presto 40 milioni di Americani del ceto medio (ergo il PIL) vedranno “emigrare” il loro lavoro e che in pratica sono tutti alla stregua di Ronnie McBride ovvero con un bel debito sul groppone che già oggi avendo il lavoro non riescono ad estinguere? Bene, io rimango sempre con la mia solita stupida domanda: se agli americani finisce il bengodi del credito facile, quelli del sol levante a chi venderanno le loro cianfrusaglie (e non solo quelle)?

Electronics Import
elecimport.png
Electronics export
elecexport.png