Sp500: visto da dentro.


sp50024jun.png

Teniamo ben a mente lo scenario rosa sul Dow Jones pubblicato il 21 giugno, si parlava di lateralizzazione. Adesso prendiamo lo SP500 intraday (60 minuti) e vediamo se estrapoliamo qualcosa dai movimenti interni. Ho sovrapposto alle barre dei segmenti colorati e costruito la stilizzazione corrispondente, sul grafico a fine di ogni onda vi è il corrispondente numero di onde interne. La prima blu che scende consta di 7 onde, non può essere un’impulsiva…ne dovrebbe avere o 5 o 9, si sale in rosa in 5 onde, 3 in verde e ancora 5 in blu al rialzo..1-2-3?…aveva tutte le carte in regola per essere parte della nostra agognata “onda 5” di fine struttura di breve (vedi Dow Jones 21 giugno conteggio rosso) ma poi succede l’irreparabile (si fa per dire) ovvero la onda 4 interna crolla giù a sovrapporsi con onda 1 (il nostro primo treno a 5 in rosa qui sopra) e per di più scende come si vede a “colpi di 3” ovvero a strutture concatenate ma aventi come DNA le 3 onde. In tutto questo marasma le uniche vere impulsive a 5 onde alla fine sono per forza di cose finite per essere parte di un macro pattern anch’esso a 3 onde…insomma, a guardarci dentro qui sopra non c’è niente di impulsivo, niente che faccia pensare ad un trend in qualunque direzione si voglia. Ora, non è proprio immediato passare dal 60 minuti al Daily e sentenziare con “certezza” che tale “casino” può solo essere figlio dello scenario rosa che ho richiamato all’inizio sul Dow ovvero “gran laterale”, primo perchè quando in borsa si mette dentro la parola “certezza” siamo già con un piede nella fossa, secondo perchè è vero si che Elliott ed i mercati sono frattali..ma i frattali mica sono così “banali” da combinare! Sulla stilizzazione in basso avete anche il conteggio proposto per questa “danza vorticosa”. Per farla breve….a valle di quanto visto fin’ora sceglierei l’ipotesi di “gran laterale” sui mercati statunitensi (che implica necessità prima o poi di nuovi tentativi di top…veri però!), a naso dico che in questo magma forse stare a guardare non è una cattiva prospettiva, a numeri dico che se lor Signori vogliono (le mani forti) ci sarebbe spazio ribassista per arrivare almeno al supporto basso…ma, non mi permetto avanzar richieste…facciano pure come se fossero a casa propria!!!

Dollar Index: $ contro tutti!


dollarindex24j.png

Il 13 giugno mostravo un’analisi sul future EuroFX (rappresentativo del cambio Euro Dollaro) nel quale ipotizzavo, se non una già avvenuta inversione ribassista, la mancanza di una sola ulteriore gamba rialzista di indebolimento del biglietto verde prima di un inversione sul medio lungo termine. Prendiamo un future correlato ovvero il famoso DollarIndex: come si vede in figura quella che appare nel riquadro ha tutta l’aria di un area di accumulazione, quale respiro possa generare è da vedere, certo, siamo su un time frame mensile e non si muovono due spiccioli soltanto. C’è stato un minimo, una ripresa di volumi culminata con un massimo e adesso assistiamo ad un lento ribasso con diminuizione di Volumi. Messo così il test del minimo dovrebbe tenere, i Big dovrebbero rastrellare gli ultimi contratti e poi far salire il future. Nell’aria potrebbe esserci un minimo un pò più profondo ma stante la situazione andrebbe catalogato quale caccia agli stops vista la poca velocità con cui il mercato vi si sta dirigendo. In questo ulteriore (ed ultimo) minimo sta la possibilità nel cambia EuroDollaro di fare quello che il 13 giugno evocavo quale “ultimo tiro” verso gli 1,40. Nel breve infatti in questi giorni abbiamo avuto un bello swing rialzista…presto per dire che la flessione partita a fine aprile sia conclusa però ha buoni numeri per essere l’eventuale “ultimo tiro”.
Per gli amanti del Forex colgo l’occasione di evidenziare un nuovo portale che sta crescendo con l’obiettivo di essere un valido punto di riferimento (in Italia mancante) per tale mercato, il sito è www.Forexometro.com.

Letture fuori dal coro…


grano.jpg

La solita lettura sotto l’ombrellone…attenti a che non piova!!!!!

🙂

Ecco il link!!!

Buona lettura a tutti

Nasdy & Dow

dj22j.png

nasdy22j.png

C’è un’altra ipotesi da mettere in campo, oltre alle valide pubblicate nell’ultimo articolo, come suggeritomi da una lettrice del blog, e cioè la possibilità che si stia sviluppando una onda 5 a cuneo. Certo, il Dow ieri ha ben tenuto le canalizzazioni, però a questo punto credo che il minimo di ieri sia uno spartiacque…sicuramente eliminerebbe proprio questo scenario adesso proposto. Il Nasdaq invece sembra aver tolto un pò di nebbia nella quale a suo tempo ci aveva lasciato ed il conteggio proposto è limpido…forse troppo! Se dovessi scegliere mettendo in correlazione due mercati fortemente correlati quali Dow e Nasdy allora potremmo puntare su un ulteriore strappo up a conclusione della struttura del Nasdaq, e poi potremmo anche leggere gli ultimi 10 giorni del Dow come una 5 finale un pò sbilenca con un leggero overlap tra la 4 e la 1 interna…e non è cosa da scartare in quanto le onde 5 sono le più “fantasiose” tra le impulsive e poi tale overlap non è di chiusura ma di estremi di range ergo potrebbe essere “passato”..ci sono autorevoli libri che analizzano le onde solo con dati Close o meglio AverageRangePoint, tra questi l’ottimo Mastering Elliott Waves di Gleen Neely, che consiglio vivamente come approfondimento della materia.

What are they doing??


dj20j.png

Giornata inaspettata o meglio, mi aspettavo almeno un tick sopra il top assoluto ed invece lo scherzetto degli americani ci lascia aperta una opportunità e cioè l’essere in una lateralizzazione come evidenziato dal conteggio alternativo viola il cui sviluppo sarà una nuova ripresa del trend rialzista…forse in tal caso dovremmo rivedere qualche conteggio sul medio in odor di estensioni. L’ormai consolidato conteggio rosso è sempre valido, sarebbe un failure di onda 5 (mancato top), niente di cui strapparsi i capelli si intende. L’ipotesi viola costruirebbe un flat ovvero una lateralizzazione rettangolare, vediamo che succede, prosecuzioni troppo profonde farebbero definitivamente chiudere la struttura di breve suggellandola col conteggio rosso ed a quel punto dovremmo ben navigare a vista in quanto sarebbero in chiusura gli ormai noti scenari di medio termine.

Bersani non ti conosco 2


promotori_finanziari.jpg

Eppur si muove…verrebbe da dire. Qualche giorno fa ci eravamo addentrati in un “caso” che, purtroppo, in molti considerano sconveniente: andare a vedere se tutte le banche avevano applicato la Bersani, soprattutto in tema di costi per il trasferimento titoli.
Siccome penso sia sbagliato fare un articolo e poi farlo morire mi sono preso la briga di monitorare eventuale cambiamenti. E questi cambiamenti, per fortuna, ci sono stati. Molte delle banche apparse nella “lista nera” hanno provveduto ad adeguarsi, altre continuano a pensare che Bersani sia un cantante.
Aggiorniamo (in senso positivo) la lista nera:

BANCA POPOLARE DELL’ETRURIA E DEL LAZIO
BIVERBANCA
CASSA DI RISPARMIO DI PADOVA E ROVIGO
BANCA POPOLARE PUGLIESE
CASSA DI RISPARMIO DI VENEZIA
FRIULCASSA
INTESA-SANPAOLO
CASSA RISPARMIO DI BOLOGNA
CASSA RISPARMIO DI S.MINIATO
CASSA RISPARMIO DELLA PROVINCIA DI TERAMO
SANPAOLO BANCO DI NAPOLI
SANPAOLO BANCA DELL’ADRIATICO
IW BANK
BANCA POPOLARE FRIULADRIA
(che non applica commissioni nel caso di chiusura contestuale del conto corrente).

La fonte è sempre www.pattichiari.it, quindi una fonte di possibile accesso per tutti, e sottolineo tutti.
E’ bene sempre ricordare che si sta parlando dell’applicazione di una legge della Repubblica Italiana la cui interpretazione è stata chiarita anche con circolare del Ministero dello Sviluppo Economico del 21 febbraio 2007 indirizzata direttamente all’ABI.
Con affetto, il vostro adorato promotore di quartiere.
Dott.Moretti

Un saluto all’orchestra!

dj17jun.png

Nonostante la settimana passata abbiamo seguito da vicino il nostro indice “beccando” in perfetto timing la ripresa del Toro, è stato chiaro, in quanto facente parte delle ipotesi scese in campo, che parte integrante di ciò che è avvenuto era figlio del conteggio Elliottiano sul breve termine qui sul Dow Jones che abbiamo saggiamente lasciato in “dispensa” anche se la velocità ribassista che vedevamo voleva ammaliarci spingendo per un pensionamento assolutamente anzitempo. Adesso il Dow si è stoppato con forti columi proprio sulle canalizzazioni “estrose”..anch’esse tracciate qui sul blog con largo anticipo. Questa onda 5 secondo me è al suo interno orfana di almeno due swing: una 4 interna ed un ulteriore strappo up ergo non vedo nella settimana entrante, perlomeno nei primi giorni, grosse possibilità se non quelle di un consolidamento e proiezioni rialziste. Poi sarà da vedere…è già, perchè o la struttura che abbiamo qui davanti è terminata oppure si aprono scenari per estensioni di grado maggiore e dunque praterie rialziste in piena “lussuria” da Tori. Per chi già a metà settimana ha sfruttato l’inversione qui ipotizzata…solo mero lavoro di trailing stop.

Voglio oggi cogliere l’occasione per ringraziare di cuore tutti i partecipanti “attivi” del blog e credo che non me ne vorranno se cito quale “primus inter pares” l’ormai mitico lettore e commentatore al secolo “Crash”. Lo ringrazio perchè è un gran trascinatore ma non di corbellerie..bensì di cose serie, umili e valide e perchè mette in campo di pura passione una esperienza nei mercati fuori dal comune oltre che un lato umano fuori dal comune. E poi di concerto i mitici Antipatix, Valerio, Daniele, Marco, Nicola, Brigi, Il Peggiore, Stella, Giulio, Cook, Danilo, Susanna, Roberto, Gremlin, Zizou, Luca, HomoSatalgicus….e scusatemi se ora ne perdo qualcuno per la strada! Tutti pronti a condividere idee, a confrontarsi…ogni tanto qualche baruffella..ma si..che ci vogliono anche quelle ogni tanto! Naturalmente non posso dimenticare lui…l’alfiere del gestito…il mitico superlativo Dott.Moretti!!! E poi tutti quelli che, se lo vogliono, si accoderanno ad uno dei più forti gruppi finanziari di internet!!! Nella directory della testata nazionale TGFIN di Mediaset (TGCOM), tra i “migliori blog economici” Hypertrader è il primo per utenza e partecipazione…….ed è primo grazie soprattutto a voi. Ho deciso questa carrellata perchè era giusta anche per voi una “Prima Pagina”. Saluto ovviamente anche tutti i lettori “silenti” e parimenti li ringrazio con affetto.