Pic o Pac?


promotori_finanziari.jpg

Caro Blog’s People,
oggi parleremo di……PIC e PAC. Partiamo da cosa è un PIC e cosa è un PAC, successivamente andremo a vedere quando è meglio utilizzarli.
Il PIC si ha quando viene effettuato un versamento unico di capitale all’interno di un fondo comune, in pratica si va ad investire, subito, una somma abbastanza corposa. Generalmente le commissioni d’ingresso variano, a seconda del regolamento del fondo, dal 5% allo 0%.
Il PAC è il famoso “piano di accumulo”, cioè si effettuano dei versamenti programmati mensili sul fondo stabilendo, subito, per quanti anni vogliamo programmare l’accumulo (premettendo che non ci sono vincoli). In pratica si sfrutta la politica dei piccoli passi senza dover sborsare, subito, un cospicuo capitale. Le commissioni d’ingresso sono varie, come è vario il modo di conteggiarle. C’è chi non le applica (es. i fondi Pioneer classe F, che costano solo 1 euro a versamento di diritti fissi), chi le applica costanti (es. un 2/3% su tutti i versamenti) o chi le applica pesantemente (es. nei PAC sui fondi Mediolanum Gestione Fondi Sgr.p.A viene applicata una commissione del 23.50% nei primi 12 versamenti, del 19,50% sui successivi 6 per poi stabilizzarsi su un 4/5% nei restanti con una media finale superiore al 6%…..per chi non ci crede: mediolanum gestione fondi ).
Spiegato, a grandi linee, di cosa stiamo parlando cominciamo ora a vedere quando scegliere un “sistema” piuttosto che un altro.
Il PIC è da utilizzare quando c’è disponibilità di soldi ed il mercato è “toro” (rialzista), in questo modo si possono ottenere performance “gradevoli” su buone quantità di denaro. MAI utilizzare questo sistema se la sensazione è quella di essere in prossimità di una bolla speculativa. Tanto per fare un esempio…..nel 2000 molti italiani (ma non solo) investirono grosse cifre di denaro sui fondi tecnologici (new economy) seguendo la moda e si ritrovarono con il capitale dimezzato dopo pochi mesi…..
Il PAC è da utilizzare quando il Cliente non ha grosse disponibilità ma vuole, comunque partire investendo nei mercati azionari una piccola cifra derivante dal suo risparmio mensile per ottenere un capitale consistente nel tempo. In questo caso si deve essere corretti nel far capire al Cliente 2 cose:

1) potrebbero esserci delle perdite, anche sensibili, nel breve/medio periodo;
2) non ci devono essere messi i soldi che servono “per comprare il pane domani”.

Il PAC è consigliabile (per tutti) in una fase “orso” (ribassista) dei mercati per mediare il prezzo d’acquisto e avere, comunque, una presenza costante sull’azionario.
Facciamo, in maniera semplicissima, un esempio.

Abbiamo 500 euro da investire sul mercato fondo X che oggi quota 100. Diamo, per semplicità, le quotazioni di questo fondo X anche per i prossimi 4 mesi:

luglio 2007 valore 100
agosto 2007 valore 75
settembre 2007 valore 50
ottobre 2007 valore 75
novembre 2007 valore 100

Se io investo 100 euro al mese avrò la seguente situazione: a luglio compro 1 quota, ad agosto 1,33 quote, a settembre 2 quote, ad ottobre 1,33 e a novembre 1 quota. Totale: 6,66 quote che a novembre corrisponderanno ad euro 666, cioè un plusvalore del 33,2% con il fondo in “pari”. Se i 500 euro li avessi messi tutti (PIC) a luglio (5 quote) a novembre avrei sempre 500 euro (0%).
Nel conteggio non è stato tenuto conto delle commissioni (sia d’ingresso che di gestione).
Ovviamente i PAC vanno seguiti capitalizzando le plusvalenze ed operando aggiuntivi “manuali” quando il fondo si deprezza.
Spero che questa “lesson” vi sia stata utile….altrimenti potrete sempre vantarvi con gli amici di sapere come funziona un PIC o un PAC!
Con affetto, il vostro adorabile promotore di quartiere.
Dott.Moretti

Annunci

8 Risposte

  1. perchè adorabile?

  2. 1 – si vede che non sei cresciuto a pane e “uomo ragno” 😉

  3. Ok, troppo giovane!

  4. Ciao adorabileadrianomoretti spiegazione da manuale :mrgreen: e io sono cresciuto a pane e uomo ragno eeheh, scherzi a parte appena ho un momento ti mando una mail per chiederti alcune cose

  5. hyper…sempre il migliore

  6. x moretti; scadenza temporale marzo 08, ma il prezzo?? grazie

  7. 4 – grease
    “da grandi poteri derivano grandi responsabilità” (Zio Ben)

    5 – concordo

    6 – ……? Il prezzo di che? Mi sono perso qualcosa? 😀

  8. Lascia perdere è Octopus che confonde le acque!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: