NEWS DAL GESTITO: EMEA

emea

Buonasera Blog’s People!
Oggi vorrei “carpire” la vostra attenzione per parlare del nuovo comparto di Fidelity: EMEA.
Perché Fidelity? Perché è considerata, dagli addetti ai lavori, una delle migliori società di gestione.
Ma torniamo all’argomento del post: il comparto EMEA.
Il nuovo comparto va ad investire in una “diagonale” immaginaria che, in un tabellone del Risiko, partirebbe dalla Kamchatka e arriverebbe all’Africa del Sud. Al suo interno comprende: Emerging Europe, Middle East e Africa.
La regione “EMEA” comprende circa 80 paesi, una superficie di 58 milioni di Kmq, una popolazione di circa 1,5 miliardi di persone, un PIL superiore a quello di Cina e India messe assieme, una larghezza di oltre 16.000 km e 11 fusi orari. Questo solo per farvi capire la portata della “diversificazione” geografica.
I paesi “portanti” saranno Russia e Sudafrica, i settori “trainanti” finanza ed energia.
Importante è vedere anche la ricchezza di materie prime all’interno della regione EMEA: la quasi totalità delle risorse mondiali di petrolio, platino e cromo e quasi il 50% di manganese e ferro.
La regione possiede, all’interno, le 20 città al mondo con il maggior incremento della popolazione…(per esempio si prevede che Lagos sarà la terza città al mondo per numero di abitanti entro il 2015). Tale urbanizzazione porterà ad un incremento di domanda sulle infrastrutture.
Crescita dei consumi: già oggi è possibile notare come i paesi EMEA siano quelli dove è cresciuta maggiormente (2000-2004) la spesa per consumo medio per famiglia.
Il gestore del fondo è Nick Price. Il rischio: alto e l’orizzonte temporale è di lungo periodo. Lo stile di investimento è quello “classico” di Fidelity.
Attenzione! Questa non vuole essere una “spinta” ad investire ma solo un’informazione su dove stanno dirigendosi le grandi case d’investimento.
Con affetto, il vostro adorabile promotore di quartiere.
Annunci

13 Risposte

  1. Scritto così questo indice sembra molto interessante, comunque io devo sempre toccare con mano, e se non vedo non credo :mrgreen:
    E per questo sono andato a cercare il grafico di questo indice:

    P.S. : tanto per rompere un pò le scatole, c’è anche un Etf su questo indice, e cioè MSCI EM EMEA TRN INDEX ETF della Deutsche Bank.
    E’ quotato da poco e fino ad ora non l’avevo mai guardato con attenzione, ma visto cosa scrivi su questo indice un’occhiata più da vicino gliela darò.:D

    Sarà anche interessante vedere la sfida fra gestione attiva e passiva su questo indice.

    Caio
    Scaurus81

  2. Weeeeeee Scaurus! Se Fidelity “gioca” da Fidelity per il tuo Etf non c’è scampo! 😀 😀

  3. Eh,Eh, vedremmo, vedremo, come è il detto? Ride bene chi ride ultimo :mrgreen: :mrgreen:

  4. Fai l’articolo “vagabondo”!!!!!!!!!!!!!!!! 😀 😀 😀 😀

  5. Già fatto da ben 20 minuti 😉

  6. in effetti un confronto fra la gestione attiva e passiva è interessante.

    la mia idea è ke quella attiva in teoria è vincente, solo ke le maggiori spese e il fatto ke spesso l’attività comporti molti errori mi fa propendere per quella passiva.

  7. sul sito morningstar non c’è ancora questo fondo 🙄

  8. Dott. Moretti, crede molto nella Russia?
    Saluti

  9. In ordine:
    Schumy: il fondo non lo trovi ancora su Morningstar perchè è “nuovissimo”.

    Maramao: la Russia è uno dei pochi (se non l’unico) paese autosufficiente. Sta crescendo enormemente e ritornerà ad essere una grossa potenza mondiale. Investirci nel lungo periodo secondo me è una bella scommessa.

  10. Sante parole Dott. Moretti,

    ma l’ Africa………..non è autosufficente e non lo sarà, o non vorranno che lo sia come non sarà una potenza.

    Saluti

  11. maramao, si vede ke nn sei aggiornato sul NATTOLO africano!!!!

    (è una specie di battuta, per capirla devi leggere lo slang del blog e ancora nn so se riuscirai a comprendere l’entità del cambiamento)

  12. Maramao, ancora li sento ridere (o piangere?) quelli che dicevano: “La Cina? Ma dove vuoi che vadano quei musi gialli!!!!”……

  13. […] che il futuro è, comunque, in quella fascia di “mondo” in evoluzione (riguardatevi il post su EMEA) e che è destinata (ma lo sta già facendo) a caricarsi sulle spalle la crescita (in termini di […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: