PICTET WATER: CORRIAMO SULLE ACQUE

l’angolo del gestito

Buongiorno Blog’s People!
Vi siete mai chiesti su cosa si basa un PF per scegliere i fondi per costruire un portafoglio? A questa domanda il 120% degli intervistati (ironico, ma mica tanto…) ha risposto: sceglie i fondi dove guadagna di più. Gli altri con un laconico No Comment.
Invece, amici, vorrei svelarvi un gran segreto: anche noi PF (non tutti, ma molti sì) siamo umani e le nostre scelte sono dettate dalla “simpatia” verso una casa d’investimento (o un gestore) piuttosto che un altro. Attenzione! Per simpatia non intendo il significato nudo e crudo del termine (“è un incompetente, ma simpatico”, per esempio) ma una preferenza verso quelle case (o gestori) che sono “serie” e “poco deludenti”.
Anche io, come tutti i PF “umani”, ho una mia, precisa, scaletta di preferenze. Ci sono dei fondi che “adoro” (per come sono presentati, per come sono gestiti) e altri che faccio finta di non conoscere (anzi, li ignoro).
Partendo da questa idea vorrei cominciare a “presentarvi” quelli che sono i MIEI PREFERITI. A volte non saranno i migliori in assoluto (troppo facile, sennò) ma, quasi sempre, parleremo del meglio che può offrire la piazza.
Il primo fondo che andrò a presentarvi, Signore e Signori, è il PICTET WATER cl. R.

Obiettivo d’investimento
Obiettivo del Comparto è investire in azioni di società di tutto il mondo operanti nel settore idrico. Grazie alla vasta esperienza del team di investimento e alle competenze del settore di un comitato di consulenza dedicato, il Comparto è rivolto alla ricerca di società con solido potenziale commerciale.

Team di Gestione.
Hans Peter Portner, Philippe Rohner, Louis-Mathieu Perrin.

I settori dove investe.
38,60% trattamento e fornitura acqua;
36,20% tecnologie relative all’acqua;
14,00% servizi ambientali
9,00% acqua minerale
2,20% liquidità

La ripartizione geografica.
32,90% Usa
17,50% Francia
12,90% Gran Bretagna
8,00% Svizzera
6,00% Giappone
3,60% Canada
3,50% Italia
3,20% Austria
3,10% Finlandia
7,10% altro
2,20% Liquidità

Le prime 10 posizioni.
Veolia Environnement 7,40%
ITT 5,00%
Suez 4,90%
Nestlè 4,40%
Gruppo Danone 4,30%
Wastle Management 2,60%
Fortum 2,50%
Pentair 2,30%
Severn Trent 2,20%
United Utilities 2,10%

Gli indicatori.
Standard Deviation: 11,01%
Indice di Sharpe: 0,93
Alfa: 5,28
TEV: 5,86
IR: 0,77
Beta: 0,87
R-quadro: 74%

Costi: TER: 2,56% p.a. (commissioni di gestione: 2,30% p.a.)

Profilo di rischio: Medio-alto

(Fonte dei dati http://www.pictetfunds.com)

Il mio parere.
Stiamo parlando di un fondo “settoriale” ben specifico. La volatilità del fondo (S.D) è abbastanza buona. Siamo in presenza di una gestione attiva, anche se il beta ci “consegna” (virtualmente) un fondo abbastanza difensivo (<1). Ma, come abbiamo appreso, il beta non è molto veritiero, in questo caso, in quanto le operazioni fuori benchmark sono superiori al 25%. La gestione, oltre che attiva, è anche piuttosto efficiente (IR 0,77 e alfa 5,86%). Qui di seguito inseriamo il grafico del fondo con sovrapposto un indicatore di entrata-uscita.

Pictet Water

Non si tratta di un fondo per “speculare a breve” ma un fondo da tenere in portafoglio. Motivo? L’acqua diventerà una “rarità” nel futuro, quindi…….
Il fondo Pictet Water rientra fra i fondi da noi scelti per la composizione di un portafoglio virtuale che verrà, a breve, pubblicato ed aggiornato.
Con affetto, il vostro adorabile promotore di quartiere.

Doc Moretti

Annunci

28 Risposte

  1. maccome!! tutti sti mesi a menarcela con complicati indicatori, formule matematiche al limite della ragionevolezza umana, l’esperienza del promotore a nostra disposizione, il valore aggiunto del vero PF e ora ci vieni a dire ke scegli i fondi di ki ti sta simpatico?
    E ora ci vuoi vendere pure l’acqua?
    ma si può sapere se è liscia o gasata almeno?

  2. Scusa lo sfogo Moretti:
    sono anni ke mi stressano dicendomi ke l’acqua è l’investimento del futuro e ke prima o poi finirà e moriremo tutti di sete, quando sarà il momento investirò in società di desalinizzazione dell’acqua marina altro ke fondi.

  3. Oltre al pensiero del Promotore c’è pure uno studio sulla “memoria” della serie storica stessa e l’applicazione del “filtro matematico” per gestire la posizione…la riga blu che vedi è da me progettata ed è la risultante di una formula matematica…non è un rigo fatto col righello……….

    Se anche al posto di acqua fosse “letame” le caratteristiche “matematiche” di esso sarebbero comunque opportune per una operatività……certo…noi guardiamo anche che “settoriale” è e come lavora il gestore.

    Credo sia un valore aggiunto…e non una simpatia qualunque!

  4. si ok, la riga blu nn è casuale ma matematica,
    e allora?
    cioè nn è ke tutto ciò ke fuoriesce da una formula matematica sia per forza vero e assoluto.
    Guardate come lavora il gestore? perkè secondo te le persone di un team rimangono sempre quelle? sono le persone valide ke danno risultati positivi nn il contenitore.

    esempio da domani il tuo blog lo gestiamo io e il 7voci, lui fa Alessandro e io Adriano, tutto all’esterno rimane uguale ma…
    Mi sa ke ci sarebbe una perdita di contenuti evidente (nn per te 7voci, ti ho tirato in ballo per puro caso, solo per l’esempio)

  5. Finalmente! Anty, finalmente! ora ti riconosco!
    A parte gli scherzi, mi sembrava di aver specificato, ma forse non ho calcato la mano, che il termine “simpatia” era da intendersi nel senso di competenza e bravura. Un gestore che non mi ha deluso è un gestore “simpatico” o per il quale “simpatizzare”….”tifare”.
    Il team di gestione di Pictet Water (a mio parere) è buono, se domani cambia potrebbe cambiare in 3 modi: meglio, peggio o uguale (nel senso di risultati). Nel primo e terzo caso il fondo rimane. Nel secondo il fondo viene salutato e sostituito.
    Come si valuta un gestore? Non certo da come cucina o da come racconta le barzellette. Si valuta attraverso gli indicatori. E, in questo caso, gli indicatori (per me) sono buoni.
    Voglio essere ancora più preciso. C’è una grande casa di gestione (a livello mondiale) che difficilmente rientrerà nelle mie (personali) scelte. Perchè? Perchè mi ha deluso profondamente (a livello “comportamentale”). Se mi interessa un certo investimento (geografico o settoriale) e il migliore risulta essere il fondo di questa casa…bhè vado a prendere il secondo.
    Comunque mi fa piacere che torni a criticarmi…..alla fine tutti pensavano che fossi un mio “fan”.

  6. x Anty

    In borsa nessuna formula o strategia è certezza…ma mi auguro per te che tu non investi bendato!

    Dietro ad un portafoglio o ad un future trading vi è un immesno lavoro (se fatto seriamente) di pianificazione….se ci dobbiamo ridurre a dire che “a caso se fa uguale” allora chiediamo scusa però chiudiamo anche il blog!

  7. la provocazione costruttiva.

    come si fa a kiarirsi se tutti ti danno ragione?

    cmq mi sono un po ammosciato con i PF (toh scrivo persino la sigla in maiuscolo, di solito uso il minuscolo a mò di diminuitivo) da quando ho iniziato a leggere un libro: “va dove ti porta il promotore”, ho scoperto ke pure voi siete persone umane con un cuore.

    Qui nel blog ormai pure il 7vc nn mi disciplina piu… ke noia.

    un fan di un promotore? mai! forse un fan di Adriano Moretti.
    (toh pure le dikiarazioni d’amore ora!!!! ke rabbiaaaa!)

  8. Hyper io bendato vado solo ai festini sadomaso,

    una volta per spiegare un concetto ho nominato “la casualità” nella scelta dei titoli e in effetti sono stato male interpretato, ma siccome nn avevo nessun interesse a spiegare cio ke volevo dire ho lasciato cadere il discorso.

  9. rimango cmq dell’idea ke la matematica pura, in borsa, conta fino ad un certo punto e come ti ho detto tempo addietro nn puoi trincerarti dietro i dogmi matematici per sostenere una tua tesi.
    La matematica aiuta ma nn è mai certezza, la matematica spesso serve solo per essere obbiettivi nelle proprie strategie.

  10. Bravo Moretti hai coraggio. E’ bene che i frequentatori del tuo blog – che fanno parte della super élite degli investitori (ma almeno lo sanno?) – vengano avvicinati anche così al duro lavoro del Promotore Finanziario (io lo scrivo per esteso). Il riconoscimento alla qualità è evidente.
    Un solo appunto, se mi permetti: perchè citi il “simpatico” Pictet e non la “grande casa” che ti ha deluso ?
    Con simpatia, comunque

  11. Ciao Amicorisparmio,
    grazie per il commento. Molto gradito.
    Non ho particolari problemi a citare la grande casa: JPM. Come me (in maniera moooooolto indiretta) ha deluso migliaia di colleghi. Quando dovrò analizzare un fondo di questa casa cercherò di essere il più “neutro” possibile, ma non farà parte delle mie scelte. Il mio è un lavoro, quando cercano di “prendere per il culo” me (e di conseguenza i miei clienti) dopo nessuno dice: ma come “cazzo” lo gestiscono sto fondo? Dicono ma che “cazzo” m’hai dato? Lor Signori è bene che imparino che la faccia, in primis, la metto io…..quindi posso anche cancellare. 😉

  12. Non fa una piega e Lor Signori li conosco bene anch’io.. Son molto nervosetti in questo periodo.
    Buon lavoro

  13. c’è qualke sedia ke scotta… sarei nervoso pure io

  14. 2. Quello dell’acqua è un ciclo chiuso, perciò l’acqua non può finire.

  15. x Antipatix

    e chi ha mai detto che la matematica in borsa porta a certezze?? Saremmo tutti ricchi sfondati e siccome il giochino è a somma zero è impossibile!

    La matematica non prevede nulla..aiuta a conoscere le cose..e chi non le conosce è spacciato.

    x Stella

    Da Fisico non posso che convalidare il fatto che l’acqua non finisce..però attenzione….qui si parla di acqua POTABILE.
    Occorre spiegare cosa beviamo ogni giorno: acqua di mare!!! Proprio così!! Che evapora sotto l’effetto del Sole, evaporando perde i sali perchè sono molecole pesanti, si riunisce in nubi, le quali portano le piogge, l’acqua di “mare” scende attraverso il terreno e alimenta le falde acquifere nonchè ghiacciai e quant’altro. Sembra paradossale che ci sia ancora chi crede che una “sorgente” d’acqua è un qualcosa per cui in un certo punto c’è acqua e un millimetro prima no! Nulla si crea e nulla si distrugge a questo mondo!

    Ora però il dilemma è: il fatto che l’acqua ci sia sempre non vuol dire che ci sarà sempre nelle stesse quantità nelle medesime zone adesso popolate (da qui le migrazioni) e soprattutto..se il livello di oceani si sta alzando significa che nel totale della massa di acqua che c’è sulla terra una parte sempre maggiore rimane in stato “salino”… meno ghiacciai eqivale a meno irrorazione delle falde acquifere…ergo facciamo attenzione ad una cosa importantissima: a noi non interessa tutta l’acqua..interessa quella naturalmente desalinizzata!

  16. Le variazioni (di pochi cm, 1,2) nel livello degli oceani sono fluttuazioni sempre state, così le variazioni pluviometriche. Sugli oceani piove pochissimo, piove nei soliti posti con le variazioni sempre esistite.
    In Sicilia poi sono quattro anni che piove PIU’ del solito, non meno.
    Poi l’acqua si puà riciclare, anche se questo costa energia. Addirittura si possono riciclare tutte le acque di una città non solo in acque “grigie” ma volendo anche in acque “bianche”, lo stanno già facendo.
    La desalinizzazione oltre a costare energia crea residui inquinanti.
    Poi: “I dati dei satelliti Nasa smentiscono le centraline a terra: l’anno più caldo è stato il 1934 e non il 1998. La temperatura del 2007 è uguale a quella del 1983.
    Da tempo le misurazioni dei satelliti della Nasa non corrispondevano a quelle terrestri. Un dato in particolare stupiva gli scienziati: i modelli climatici affermavano che se la temperatura sulla superficie terrestre aumentava, quella della troposfera avrebbe dovuto salire di 1,2 volte e ai tropici addirittura di 1,5 volte. Maggiori concentrazioni di CO2 nell’atmosfera avrebbero dovuto produrre anche maggiori temperature. Poiché i satelliti non registravano questi aumenti, c’era un errore da qualche parte.”

    Certo non conviene aumentare di numero, demograficamente! ma questo da qualunque punto di vista.

  17. Misurare la temperatura terrestre è pia illusione. Non è possibile nemmeno misurare la temperatura di casa con certezza..mica tutti gli angoli sono uguali!!! E siamo nell’ordine di metri quadri…immaginiamo a misurare la temperatura della Terra prendendo compioni di temperatura qua e là su un’area immensa……….nemmeno con la più precisa interpolazione sarebbe possibile dare una temperatura precisa a meno di tot margine di errore.

    Per inciso: l’errore che si commette a misurare la tempeeratura di casa è dell’ordine di 0.5 – 1 gradi …… ora immaginate le cazzate che ci rifilano dicendoci che la temperatura del PIANETA è aumentata di 1 grado!!!!!!

    C’è molta speculazione su tutto ciò……..

  18. Ullala’… Vedo che gli acelloni (come li chima 7vox :mrgreen: ) vi hanno convinto ben bene.
    Sui dati del resto del mondo non posso certo certificare, su quelli dell’emilia romagna si (li produciamo noi)
    In ER la temperatura giornaliera massima è salita di 2 gradi e spiccioli negli ultimi 20 anni. La minima di circa un grado. Questo provoca una evapotraspirazione (et0) giornaliera più ampia e scarsità di riserve idriche. L’altezza di falda in ER dei primi mesi di quest’anno è stata la più bassa da che esistono strumenti di rilevazione della stessa. L’estate del 2003 è stata (ripeto, sempre in ER) la più calda da quando possediamo dati strumentali (in ER dai primi del 900). La nostra rete di rilevazione comprende centinaia di stazioni. Nel 1934 non c’erano satelliti, Stella. La temperatura del 1983 era nella media climatica dell’epoca (cioè, 2 gradi in meno). I climatologi europei si sono incontrati a praga un mese fa (io ero un piccolo ospite) e hanno certificato le conclusioni dell’IPCC, riscaldamento CERTO, di origine unicamente ANTROPICA, che porterà, se non blocchiamo le emissioni di carbonio, altri 4 gradi in + a fine secolo.

  19. Le variazioni naturali, in genere di qualche DECIMO di grado, hanno tempi centenari. Per arrivare ai gradi si va sull’ordine di migliaia/milioni di anni. Non è certo come Wally ieri sera… :mrgreen:
    Il vettore dei cambiamenti naturali sono il sole e i vulcani, che non hanno avuto variazioni di rilievo negli ultimi anni.
    La concentrazione attuale di anidride carbonica in atmosfera è stata rilevata nei cartaggi artici solo ad un periodo corrispondente a 55 milioni di anni fa (provocato in quel caso dalle eruzioni vulcaniche conseguenti al distaccamento di eurasia dal nordamerica)
    La storia del medioevo caldissimo con i vitigni in Inghilterra è una bufala messa in giro da chi è pagato per discreditare gli studi del riscaldamento sin dai primi anni ’90.
    Cmq, se non ci credete, ci hanno pure fatto un derivato sul riscaldamento globale. :mrgreen:
    Se volete potete shortare quello…

  20. Gent Dott Moretti
    mi ha molto incuriosito questa Sua frase:
    C’è una grande casa di gestione (a livello mondiale) che difficilmente rientrerà nelle mie (personali) scelte. Perchè? Perchè mi ha deluso profondamente (a livello “comportamentale”). Se mi interessa un certo investimento (geografico o settoriale) e il migliore risulta essere il fondo di questa casa…bhè vado a prendere il secondo…

    per caso si tratta di jpm?? :mrgreen:

    complimenti per l’ottimo blog

  21. Buongiorno, maidomo e benvenuto.
    Avevo già specificato che si tratta di JPM. :mrgreen:

  22. La Groenlandia verde di quanto tempo fa é????????
    L’hanno chiamata così i vickinghi. I climatologi assicurano che il riscaldamento (supposto, non è dovunque) è per oltre il 90% di origine naturale.
    Sulla storia dell’effetto serra non c’è nè accordo nè certezze.
    Anche senza le rilevazioni il clima in un dato periodo si può dedurre da fenomeni botanici.
    C’è un ENORME interesse a usare la storia del riscaldamento a fini politici.
    Non metto in dubbio i cambiamenti al nord ma secondo climatologi rientrano nelle variazioni naturali. In Sicilia l’anno scorso gli invasi erano talmente pieni che tracimavano.

  23. Stella, scusa, ma quali climatologi? Io non lo sono ma ci lavoro insieme, ne conosco parecchi, e sono tutti incazzati con quelli che sono pagati per negare l’effetto antropico. Carbone e petrolio fanno girare il mondo, non si può andare a dire in giro che per colpa loro finiremo arrostiti.
    Ho paura che tu abbia ascoltato uno di questi.
    Sulla sicilia: è verissimo che negli ultimi anni piove di più.
    Il riscaldamento globale non significa necessariamente diminuzione delle precipitazioni. Al contrario la maggiore evaporazione su mare e oceani significano pioggie + intense (e anche uragani + gravi). Il problema idrico viene (e verrà) dalle riserve di acqua dolce sotto forma di neve-ghiaccio. Il problema infatti in questi anni si sta spostando nel bacino del Po.

  24. bè se pioverà di piu al posto dei ghiacciai nasceranno nuovi laghi, dov’è il problema?

  25. 23. Un nipote climatologo che mi ha fatto una testa così con dati e spiegazioni dettagliate. E mi ha spiegato che si fanno estrapolazioni su dati largamente insufficienti. E guardando a variazioni passate (anche estrapolabili da dati botanici) non ci sono affatto prove che queste variazioni in atto siano antropiche.
    Ripeto, la Groenlandia era verde al tempo dei Vichinghi
    In Sicilia (regione climatologicamente “di confine”, cioè molto variabile) il clima non è affatto cambiato in questi anni, confrontando continuamente cogli amici del Nord ho notato che ci sono state variazioni maggiori lassù che quaggiù.
    Se i ghiacciai si sciolgono l’acqua aumenta no? magari non subito.

  26. Se i ghiacciai si sciolgono c’è + acqua.. in mare! I ghiacciai fungono da regolatori idrici: trattengono acqua in inverno, la rilasciano d’estate, cioè nel momento in cui serve. Negli ultimi anni purtropppo abbiamo dovuto dare spesso l’alt ai contadini della ER: il Po era in secca, di acqua x irrigare non ce ne stava più. Cmq ripeto il problema ATTUALMENTE è più sulle temperature che sulle riserve idriche. Il reponsabile di ARPA Sicilia, che conosco, non mi sembra abbia grossi dubbi sul riscaldamento anche della tua regione.
    Forse tuo nipote appartiene alla corrente dei negazionisti. Assolutamente rispettabili quando presentano ricerche ben fatte, inaccettabili quando tirano fuori strani miti xchè pagati per seminare il dubbio.

  27. L’acqua dalle Alpi va in mare? :mrgreen:
    Ma scusa ragionaci.
    Le prove documentali dei riscaldamento antropico le devono presentare quelli che lo sostengono. E non creare un’etichetta per una larga parte di serissimi climatologi che hanno idee diverse dai tuoi amici. Già solo questo dimostra una politicizzazione!

  28. E dove va secondo te, sulla luna? :mrgreen:
    Le prove documentali sono state presentate da anni. Se hai qualche settimana libera a disposizione (è un pò voluminoso…) leggiti il 4 report IPCC, cioè il punto della situazione secondo l’ONU e il WMO, l’associazione meteorologica mondiale:
    http://www.ipcc.ch/
    Come ti ho già scritto, il progetto europeo ENSEMBLES, su cui l’unione europea lavora da anni, che raggruppa i più grandi climatologi europei, nella riunione di quest’anno ha confermato i risultati dell’IPCC.
    Visto che all’argomento DENARO siamo tutti sensibili, ti dirò che ENSEMBLES è un progetto enorme, che costa un patrimonio, di soldi anche miei e tuoi, e che l’unione europea lo finanzia perchè sa che lasciare correre le cose potrebbe costare molto di più.
    La politica c’è, eccome, qui girano soldi a valanga: L’ONU e l’EU finanziano gli studi sul cambiamento climatico e come arginarlo (pure la CINA sta iniziando a preoccuparsi…) mentre il baggiano cha sta da sette anni a capo degli USA, e che guarda caso è un petroliere… finanzia a suon di milioni i negazionisti. Direbbe 7Vox: MANCO A LI CANI!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: