PENSIERI CAPOVOLTI: AUSSIE RISPONDE A…….

Brisbane

Buonasera Blog’s People!
La nostra amica Mariangela Stagnitti ci manda la mail con le risposte alle domande che le sono state poste dai nostri lettori. Lascio subito il campo libero a Mariangela ringraziandola per la disponibilità.

1) Angelo ha chiesto:
E’ possibile avere una situazione del mercato immobiliare australiano?
Per capirsi: quanto costano le case (metro quadro) in Australia e se sono in aumento. Siamo in una bolla speculativa?

RISPOSTA:
Al momento c’è in rapida espansione, in Brisbane, delle vendite delle proprietà, in particolare nell’area urbana. Negli ultimi sei mesi il valore delle proprietà, a Brisbane, è cresciuto di circa il 21% rispetto ai primi sei mesi dell’anno. Persone stanno vendendo e cercando di vendere le loro case per acquistare immobili per investimento (l’affitto medio nell’immediata periferia è di AUD 500 per settimana per un appartamento con studio e camera da letto). Ovviamente più ci allontaniamo dal centro e più sono convenienti i prezzi.
Qui le case non sono vendute al metro quadrato, il prezzo della vendita viene fissato in base alle recenti vendite avvenute sull’area, vicinanza alle scuole, negozi, ai mezzi di trasporto pubblico e la distanza dal centro Urbano e chiaramente al valore della terra.
Al momento un pezzo di 400 metri quadri in un sobborgo urbano, chiamato New Farm (a circa 2 Km dal centro), può essere comprato per AUD 800.000, su questo piccolo pezzo di terra c’è il permesso per costruire una casa di 200 metri quadri, che costa, per costruirla, circa AUD 360.000.00, per un esborso totale di circa AUD 1.200.000. Oggi il mercato degli immobili ad alto valore è quello che si sta muovendo a Brisbane.
Se diamo un’occhiata ai prezzi delle case a Sydney si potrà capire perché le vendite residenziali sono ferme. L’affitto medio per un appartamento (nelle zone vicine al centro) è di circa AUD 1.200 per settimana e lo stesso appartamento ha un prezzo di vendita di circa AUD 1.300.000. Una casa (non l’appartamento) posta a 2-3 km dal centro va da, circa, AUD 4.000.000 a AUD 9.000.000.

2) Marco ha chiesto:
Il dollaro americano così svalutato è un bene o un male per l’Australia?

RISPOSTA:
L’attuale situazione del dollaro americano, per tutti, comporta prudenza nelle decisioni commerciali e di investimento. Con particolare riguardo alle esportazioni, i paesi esteri pagheranno di più per i nostri prodotti (come carbone, lana, vino), mentre per gli australiani che viaggiano all’estero o che stanno facendo affari offshore questo è un momento di grande opportunità in quanto l’ AUD scambia piuttosto bene contro l’ USD (AUD 100 = USD 86,25).
Situazione contraria per i turisti che vengono in Australia portando USD.
Le banche hanno 5 diversi tipi di cambi. Qui di seguito riporto la tabella dei tassi di cambio aggiornata al 4 dicembre 2007. Cambio espresso in USD per un AUD.

– acquisto rimesse interne 0.8867
– vendita rimesse esterne 0,8665
– acquisto contanti 0.9035
– vendita contanti 0.8625

NOTA: questi valori sono validi solo per cifre sotto AUD 50.000, per importi più alti ci sono cambi diversi stabiliti dall’ufficio Global Market della Banca. Le commissioni sono incluse nel cambio ma addebitate separatamente.

3) Patrizia ha chiesto:
Mariangela potrebbe dirci a quanto ammonta, in media, uno stipendio base di un lavoratore australiano?
Anche in Australia hanno, come in Italia, il problema pensione?

RISPOSTA:
A questa domanda non può essere data una risposta esatta, dipende da quello che fa il lavoratore – tipo di professione, se è un contratto “orario” o un salario. Non esiste un salario esatto e ben definito….. Comunque dopo aver pagato i contributi sanitari (dove ci sono), tasse e contributi ai fondi pensione il reddito lordo è approssimativamente AUD 450 – 500 “in mano”. Ci sono comunque persone che guadagnano AUD 1.500 -2.000 per settimana perchè incidono meno tasse e contributi. In Australia noi siamo pagati settimanali o quindicinale, è molto raro il pagamento mensile.
Problema pensione? In Australia la legge stabilisce che un lavoratore deve pagare un ulteriore importo (chiamato “super annuation” pari a circa il 9%) oltre a quelli che sono i normali contributi previdenziali.

4) Samantha ha chiesto:
Attualmente è consigliabile investire (azioni) in Australia?

RISPOSTA:
E’ molto difficile rispondere a questa domanda. Molto dipende dalla conoscenza che si ha del mercato azionario australiano. Dalle passate esperienze ti posso dire che gli stranieri che investono in Australia prediligono i conti ad alto tasso d’interesse e la compravendita immobiliare piuttosto che comprare e vendere azioni.

Spero di aver soddisfatto la vostra curiosità. Tantissimi saluti dall’Australia!
Mariangela

PER FARE DOMANDE A MARIANGELA STAGNITTI CLICCA QUI.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: