Il Fibbista 29/5


fibtrading.gif


Dissi a suo tempo che avrei iniziato a fare del trading sul Fib (minifib) per testare una strategia, il Fib non mi è mai piaciuto come mercato e da tempo opero solo su futures americani e commodities però 7 anni fa fu il mitico minifib ad ammaliarmi e a introdurmi alla finanza…naturalmente con le sane ed oneste “batoste”!!! Diciamo che questa è più una sfida dal sapore adolescenziale…un rigurgito “senile” di ritorno ai bei tempi! Non mi piacciono i gap e la forte illiquidità che condiziona il nostro mercato però via….sono curioso di vedere se continuerà ad essere la mia “bestia nera” oppure magari invecchiando ho un attimino più estro nell’addomesticarlo oppure semplicemente col Fib ero, sono e resterò il solito coglione! La butto là, vediamo fra 3-4 mesi cosa racimolo…vado Long sul massimo odierno (a 33080), metto un take di 400 punti ed uno stop loss di 415 punti. Ad una condizione però…se apre in gap up rimango a guardare, io voglio l’eseguito a quel prezzo tick più tick meno e non altro, dunque prima guardo dove apre e poi piazzo l’ordine. Altra condizione: gli do max due giorni per darmi i 400 punti ovvero in caso di entrata che si materializza domani, in ogni caso io lunedì esco in chiusura qualsiasi profitto (o perdita inferiore allo stop loss) abbia.
Annunci

REDDITI ON LINE….. GIUSTO O SBAGLIATO?


Buongiorno BLog’s People!
Ieri c’è stata la “consueta” scazzottata nel blog….. e subito sono intervenuti gli “indesiderabili” “anonimi” che, non avendo un cazzo da fare tutto il giorno, si mettono ai bordi delle diatribe con in mano il secchio della benzina. Lo scopo? Alzare, negativamente, i toni di una discussione. Così facendo non sanno che perderebbero (o hanno già perso?) gli “scritti” di due “vecchie volpi” ed anche la possibilità di crescere (magari imparando qualcosa).

Continua a leggere

Trading Range


fib29may.gif


Mentre il nostro derivato ripiombava sotto l’apertura e chiudeva la seduta l’america ha recuperato terreno. La situazione non varia rispetto a ieri, gli scenari di medio termine messi indiscussione permangono in bilico ma non sono da scartare. A questo punto è chiaro che Elliott non ci aiuta più di tanto pur rimanendo valida l’osservazione sulla struttura a forti sovrapposizioni di ciò che stava scendendo ed il dubbio di strappi rialzisti imminenti. In questi casi più che al possibile ci si affida al certo ed il certo è in quello che vediamo: trading range. L’uscita da essa determinerà la soluzione del problema o meglio, un uscita “certificata” ovvero con tanto di pullback e prosecuzione…questo perchè si sa, ai bordi delle Trading Range è di scena la caccia agli stops perpetuata attraverso falsi break. Questa è la situazione del mercato. Concludo con un fattore tecnico: le Bollinger Bands mostrano due aspetti importanti della fase attuale, il primo è che le chiusure della fase attuale sono tutte dentro esse, ricordate che il 96% delle Close cade statisticamente al loro interno e proprio l’uscita da esse è testimone di un trend in corso. Dunque è assodata fase congestiva. Secondo, la bande si restringono il che implica che la volatilità è diminuita, quest’ultima è la vera “anima” del mercato e soprattutto essa è fortemente ciclica, ciò suggerisce che è imminente una esplosione di essa ovvero….direzionalità. Occhi aperti!!!

Le pentole del diavolo.


fib28may.gif


Ho mostrato giorni fa lo scenario di medio termine con l’idea di un ritorno immediato ai minimi di marzo catalogando il tutto quale onda 5. Ebbene, sul breve ci sono delle incongruenze come del resto mostrato in un post con l’ausilio di un grafico orario. Vediamo qui sul Daily cosa intendo. Il mercato da ormai 18 sedute è in congestione e ciò che è venuto giù nelle ultime non ha, almeno all’apparenza, la minima forma di una impulsiva. Ho già mostrato le overlap tra le onde l’altro giorno sull’intraday, qui sul daily si vedono le troppe barre incrociate ovvero con open-close invertite una dopo l’altra. Poco da dire…come impulsiva ribassista puzza molto. Se avvalorando tale particolare ci affidiamo alla legge più semplice di Elliott se ne deduce che se ciò che scende è correttivo allora il top qui in figura non è quello buono per completare il pattern…in soldoni: manca un ulteriore top?? Dove arriva? I canali di medio veleggiano a 36000….non mi spingo a dir tanto ma se al top che vediamo adesso dobbiamo segnare una A e alla congestione una B capite bene che la C non può fare un misero tick sopra i 33900. Questo è ciò che bolle in pentola, situazione fumosa dunque…ma io credo che il superamento dei massimi appaiati delle sedute appena trascorse anela quantomeno a ritestare il bordo superiore della trading range. A riassettar gli scenari superiori poi ne avrem ben donde e tempo!

AGGIORNAMENTO PORTAFOGLIO VIRTUALE: 27 MAGGIO 2008


Buongiorno BLog’s People!
Potomac scriveva la settimana scorsa: “Una trentina di articoli per questo portafoglio virtuale e siamo appena in linea con il bechmark mondiale (SP500). Un vero successone……“. Bhè, come dargli torto? Ma, come potete vedere, accontentare tutti è sempre problematico…. quando l’aggiornamento del PORTAFOGLIO VIRTUALE veniva fatto in una pagina speciale (non invadendo le pagine del blog) c’è chi si è lamentato perchè, quando andava male, non veniva dato “risalto” alla pardita. Ora viene fatto un articolo alla settimana, solo di aggiornamento, e Potomac si lamenta che “dedicare” 30 articoli (probabilmente li ha letti tutti insieme e si è stancato…) a qualcosa che non “produce” risultati eccezionali è un’esagerazione……

Continua a leggere

Attenzione al Fib!


fib.png


Permanendo valide le analisi di breve medio orientate al ribasso è doveroso farvi notare che sui dati intraday (orario) vi è una incongruenza sul derivato nostrano. Ciò che sta scendendo è pieno di overlap, questo puzza molto di correttiva e non di impulsiva. Nessuna sentenza è possibile ma secondo me la quota di 33360 se rotta al rialzo porta a nuovi scenari bullish di breve, ci farebbe rivedere i conteggi sul daily ovvio ma non è questo il problema…ciò che conta è essere dinamici! Permane l’ottica short sotto alla quota indicata.

LO SAPEVATE CHE……


Buongiorno BLog’s People!
Quante volte vi siete sentiti dire “Sei un ignorante!”. La prima reazione che uno ha è quella di offendersi…. Ma “ignorante” è colui che ignora, cioè che “non sa”. Questo post servirà per rendervi meno “ignoranti” (in senso buono!).

Continua a leggere