Dax Performance Index

spmib40307.png


Su Marketime indicavo per il derivato italiano l’area di 27990 il punto dove in ripartenza dello stocastico era plausibile tentare un rientro long, stocastico che ci ha fatto due oscillazioni prima di arrivare li ma era ovvio che la prima era sospetta, troppo veloce (1 giorno) e soprattutto non in un punto supportivo importante come quello indicato. Il nostro future è rimasto un centinaio di punti sopra al supporto indicato (complice la minor liquidità del nostro mercato) ma il Dax da par suo è arrivato preciso all’appuntamento con la griglia geometrica da noi tracciata che riporto qui sotto.

dax307.png

A questo punto l’idea di dove tentare un long si sta rivelando azzeccata ed i supporti hanno egregiamente funzionato, alla faccia di chi sostiene che con l’analisi tecnica non si possa far trading serio. Dove andare adesso? Male che vada penso a ritestare il top di 4 sedute orsono, Elliott ci fa spingere ancora oltre e incastrando target di uguaglianza fra strutture d’onda e resistenze passate vediamo il possibile tetto di arrivo. Un occhio particolare alla nuova resistenza creata proprio dal top ultimo, se tiene è un segno di debolezza e ancora di più la mancata tenuta del minimo odierno, chiaro che quello è il baluardo ultimo di ogni tenuta di velleità rialzista…sotto di lui si va a pescar telline.

Prima i fatti poi qualche chiacchera.

c2qq.PNG


Luglio è stato un mese esaltante per il trading effettuato su Collective2: 5 operazioni tutte vincenti, abbiamo portato a casa (io e gli abbonati) 2750$!!! Abbiamo sempre e solo giocato 1 contratto future, questo mese sui mercati mini-SP500 e EuroFx (il petrolio non mi dava garanzie), il capitale impiegato per tale operatività è stato di 5000$ e tra l’altro mai sono serviti tutti assieme, fate un pò voi i conti di quanto sono 2750 su 5000. Adesso la equity che vedete in figura inizia ad essere quella che prediligo, all’inizio complice la non ancora ottimizzazione di alcuni parametri su cui operare abbiamo subito delle oscillazioni, ma roba da poco in quanto C2 mi assegna un rating molto elevato e mi incorona tra i migliori attuali trader (nei primi 15 su 5000) per basso rischio, bassa volatilità di portafoglio. Il tutto semplicemente attendendo delle mail in tarda serata e replicando gli ordini sulle proprie piattaforme o per chi vuole stiamo testando un conto americano convenzionato con cui sarà possibile replicare la mia operatività in automatico. L’obiettivo era un trading “pacato”, senza strappi ed alla portata di tutti….mi sembra che per ora ci sto riuscendo. E’ facile fare chiacchere a posteriori o fumose…più difficile fare operatività reale e misurarsi sul serio. Noi qui sul blog abbiamo messo i nomi, la faccia ed il lavoro reale….fate un pò voi i conti della differenza.

Marketime 28/7


dax240.png


Questa settimana partiamo da un frame a 240 minuti sul Dax, per il momento ciò che è salito dai minimi non può essere “contato” in 5 onde, c’è overlap tra la possibile 4 e la 1 e soprattutto quella che è la 3 è la più corta delle onde e ciò non è ammesso. In soldoni ciò che sta salendo potrà continuare a farlo anche per giorni ma dal punto di vista elliottiano ha una sola interpretazione di fondo: è una correttiva ergo quello che vediamo non è un minimo importante…ne seguiranno altri più profondi, tranquilli. Non metto mai la mano sul fuoco su una analisi, questo è quello che ci mostra il mercato oggi, se ci sarà da correggere sarà a tempo debito.

Nelle stilizzazioni le possibili prosecuzioni, stabilire quando finisce una correttiva è molto difficile, è già conclusa e siamo sul treno per il nuovo minimo? Oppure dopo correzione sui livelli classici di Fibonacci (e sulle canalizzazioni mostrate) c’è un nuovo giochetto rialzista come quello andato in onda? Chiaro che tirare ad indiovinare è fuori luogo, per il momento archiviamo la situazione, per quanto poco ci abbia detto in realtà ci ha detto molto: ci dice che al 90% non è iniziato alcun torello, ci dice che sono possibili caotici movimenti e soprattutto repentini (classici delle correttive), ci dice che essendo probabilmente una correttiva le mani forti giocheranno a far saltare molti stop e quindi il trading in breakout può essere rischioso, ci dice anche che nella situazione fotografata ovvero in mercati volatili contro il trend primario (sempre bearish) gli oscillatori possono esser d’aiuto. Andiamo avanti.

spmib40.png

Ecco il nostro mercato, vediamo di vedere qui anche con l’aiuto della nostra ciclicità a 2 giorni ridondante se è possibile scastrare qualche enigma. Per iniziare la trend che ho tracciato dovrebbe essere quella caratteristica del movimento in atto, perforata al ribasso chiuderà comunque l’onda rialzista, quando avverrà questo? Vediamo, occhio al nostro stocastico: ci indica che la forza è per ora rialzista e per quanto ne sappiamo il future può proseguire up e trovare quantomeno la prima resistenza sui top di 2 sedute fa…in caso si oltrepassino è ovvio che abbiamo una tendenza forte sottostante e ci proietterà ai 30000-30400. Altra possibilità analoga è lo sgonfiarsi dell’ipercomprato sopra la nostra trend, manterrà sentiment rialzista robusto.

Arriviamo invece alle possibilità mostrate in figura: la trend non regge, cosa osservare? Inanzitutto abbiamo spazio per short veloci fino ad area 27990 con eventuali prosecuzioni fino a 27590. Tenendo conto della ciclicità osservata potremmo arrivarci già domani o martedì. Poi, in area supportiva (a meno di scrolloni assurdi..se passa i supporti si va quasi certi ad un nuovo minimo..e anche lì ci saranno spazi di entrata intraday) possiamo ipotizzare la ripresa di un ciclo a 2 giorni e dunque il nostro indicatore che inverte al rialzo. Bene, è da quel rialzo che si decidono i giochi, le ipotesi sono due, rosso e blu, diversissime nell’epilogo ma hanno in comune un pezzo di percorso.

E’ ovvio che se si vuole saltare su un possibile treno rialzista (sul Dax saremmo sulla stilizzazione verde) quello è il punto dove tentare..e poi? E poi è da osservare il momentum di tale balzo, deve essere paragonabile al primo strappo partito dai minimi, sul primo ciclo a 2 giorni che ha fatto gridare tutti al “rialzo”. Se invece sarà asfittico è chiaro che sarà il percorso blu ad acquisire probabilità e di conseguenza….. Bene, anche questa settimana abbiamo ipotizzato scenari e creato non certo un “futuro” ma dei “paletti” dove attendere al varco ed interpretare il mercato questo si.

Report difficile me ne rendo conto..ma è la fase di mercato ad esserlo, si può sempre attendere che vi sia più luce, non dimenticatelo e soprattutto non dimenticate che il mercato può fare quello che vuole e dunque vale la regola ferrea: stanno succedendo cose da noi non ipotizzate? Allora siamo Generali senza piani di battaglia adeguati e la saggia decisione è attendere, mai dimenticarsi che il mercato la prossima settimana è aperto, noi, se rimaniamo in mutande no!

Marketime a posteriori.


minifib.png


Lunedì ho dato il via ad uno screening a forte carattere operativo, l’ormai noto “MArketime” ed eccoci a valutare cosa è successo, non tanto a scopo celebrativo quanto per meglio comprendere ciò che è successo e quanto la chiave di lettura data era attinente. Avevo indicato come primo livello da non superare al ribasso quello indicato dal segmento rosso, in tal caso era da supporre la tenuta dello scenario Alfa, così è stato per la giornata di Lunedì, la gamba più lunga fatta dal mercato è stata rialzista ed i daytraders in linea con alfa hanno avuto di che gioire. Nell’appuntamento in “filo diretto su Skype” ho espresso ai partecipanti i miei dubbi su alfa in virtù del rialzo poco “gagliardo”, e difatti sullo sgonfiamento dello stocastico (come detto in MArketime) abbiamo avuto il ritracciamente che ci ha dirottato su Beta. Avevo indicato le due linee celesti orizzontali quali supporti, mi attendevo una via di mezzo, il mercato ha sfiorato la prima, debbo dire un pò meravigliandomi, ma a quel punto l’inversione dello stocastico, settato su una ciclicità ridondante per la nostra borsa (1,5 – 2,5 giorni). Avevo indicato anche questo su Marketime e avevo detto che lo avrei considerato un semaforo verde (con le dovute attenzioni) per il completamento dello scenario Beta ed il raggiungimento dei target prefissati ovvero area 29000-29500. Il top attuale su questa struttura è 29175, direi target centrato appieno. Cosa attendersi adesso? Direi che occorre valutare maggiori dati, anche alla luce dell’attuale movimento americano…se vi dicessi che a questo punto nessuno dei 3 scenari Alfa, Beta, Gamma mi entusiasma più???? Il mercato è dinamico ed anche il Trader lo deve essere…anche fossero tutti e tre da buttare comunque vada fino ad oggi ci hanno fatto navigare bene, al domani ci penseremo, alla prossima MArketime, ad inizio ottava. Allora, vi ha fatto comodo avere queste “proiezioni”??? Volevate che indicassi con certezza quale era lo scenario corretto?? Io sono un trader…non un fenomeno da baraccone, faccio il professionista non la Maga Circe e la borsa non è per avventori.

PENSIERI CAPOVOLTI: CERCASI CUOCO!

cuoco

Buonasera BLog’s People!
Per una volta mi sembra doveroso darsi una pacca sulla spalla e farsi i “complimenti”.
Ricevo la mail del mio carissimo Amico, il Console Italiano a Brisbane, Francesco.
Carissimo Adriano,
Approfitto ancora della tua disponibilita’ e dell’ottimo sito Hypertrader per chiederti se potessi dare pubblicita’ a questo annuncio che mi viene da cari amici che hanno un eccellente ristorante italiano qui a Brisbane. Io continuo a pensare che Dell’Ugo sia il migliore ristorante italiano della zona, ma i proprietari vorrebbero addirittura migliorarlo con altri chef dall’Italia. Mi sembra una buona opportunita’ per giovani italiani che hanno difficolta’ a trovare un impiego in Italia e che potrebbero utilmente fare un’esperienza importante qui in Australia.
Grazie in anticipo.
PS Aladino Pozzebon di Dolci Sapori ha gia’ preso contatto con alcuni dei nominativi che mi avevi mandato…ancora una volta siete stati preziosi! GRAZIE!!!
Un abbraccio
Francesco

Quindi continuiamo nella nostra iniziativa di offerte di lavoro….in Australia.
Stavolta l’appello viene dal risorante Dell’Ugo:
Dell’Ugo New Farm Ristorante Italiano a Brisbane, cerca giovani cuochi con qualifica per lavorare nel loro prestigioso locale. 80 posti a sedere, cucina tipicamente italiana. Giorni di lavoro 4 e mezzo, chiuso 15 giorni per le vacanze di Natale, 4 giorni per le vacanze pasquali, e chiuso anche nei giorni festivi. Chiunque fosse interessato puo’ mettersi in contatto con Gloria al numero 0061732542188 oppure via posta eletronica cafedellugo@ozemail.com.au . Grazie

Chi volesse dare un’occhiata al ristorante deve solo “cliccare” qui.
Gli interessati dovranno mandare una mail con CV (obbligatorio) a:
cafedellugo@ozemail.com.au
Nella mail dovranno (obbligatoriamente) dire che il blog HyperTrader è il più figo che c’è nel pianeta e che il Console Italiano a Brisbane è fantastico (in caso contrario le mail verranno cestinate! Scherziamo, ovviamente!).
Nella speranza di esservi stati utili vi salutiamo con affetto.
HyperTrader’s Team (per il sociale)

RITORNO AL PASSATO

monopoli

Buongiorno BLog’s People!
Mi arriva una mail da un lettore che mi espone un problema: se l’Italia uscirà dall’Euro che fine faranno i miei investimenti nelle Sicav? Questa, in sintesi, la domanda. Cercherò di dare una risposta.
Per prima cosa cerco di sentire il parere di “addetti” al settore. Il primo che chiamo è il referente Italia di BlackRock .
La risposta che ottengo è molto esaustiva: è un problema che non esiste (l’uscita dall’Euro) ma se dovesse essere i denari che sono sulla Sicav rimarrebbero in “euro” e si porrebbe, nel caso, la questione al momento del disinvestimento. La conversione avverrebbe ai tassi di cambio vigenti al momento. In Svizzera, per esempio, hanno sia conti in euro che conti in franchi svizzeri. Anche per loro il “problema” della valorizzazione del controvalore si pone solo, ed esclusivamente, al momento del disinvestimento e se vogliono franchi svizzeri.
Per ulteriore conferma telefono anche al referente Fidelity.
La risposta che ottengo è esattamente la stessa. Il problema si porrebbe, nel caso, al momento del disinvestimento.
Le persone sentite sono, a mio avviso, auterovoli e hanno confermato quella che, a logica, era la mia conclusione.
Facendo un passo indietro, spendo due righe sulla paura che “mosso” la domanda: l’Italia uscirà dall’Euro?
Al momento non sembra essere una soluzione “plausibile”, anche perchè andrebbe a peggiorare una situazione già “pessima”. Se ciò accadesse il vero problema diventerebbe un altro: se già oggi abbiamo problemi ad arrivare a “fine mese” con la “nuova lira” (che si svaluterà di giorno in giorno) riusciremo a finire la “prima decade del mese”?
L’argomento, lo so, è “spinoso” e ognuno avrà la sua opinione (giusta o sbagliata non sarò certo io a giudicarla)…quindi non mi rimane che “stimolarvi” a commentare e ad esporre le vostre “teorie”.
Con affetto, il vostro adorabile Promotore di Quartiere.

AGGIORNAMENTO PORTAFOGLIO VIRTUALE: 21 LUGLIO 2008

pv
Buonasera BLog’s People!
Abbiamo saltato un “martedì” per gli aggiornamenti del PORTAFOGLIO VIRTUALE…. per recuperare, parzialmente, alla mancanza provvederemo oggi, anzichè domani, a ragguagliarvi sull’andamento della “bestia”.
Oggi è un vero portafoglio “comunista”….infatti tutti i fondi sono andati in “rosso”.
Non c’è molto da commentare. L’unica cosa interessante da notare è che il Fidelity Italy sta “tenendo” meglio dello Schroder (l’investimento è stato fatto lo stesso giorno). Per il momento rimaniamo alla finestra in attesa di tempi migliori, in fondo la “bestia” ha già dimostrato di essere reattiva ai “rialzi”…vedremo.
Per vedere la composizione cliccare QUI.
Per vedere l’andamento della equity cliccare QUI.
Con affetto, il vostro adorabile Promotore di Quartiere.

HT SKYPE

ht skype
Buongiorno BLog’s People!
Stasera ore 22:00 si parte con il FILO DIRETTO.
Lasciate nei commenti il vostro indirizzo SKYPE, chi vuole, altrimenti mandate la mail a pf_risponde@hotmail.it se volete restare “anonimi”. Potranno partecipare solo 8 “utenti”. La durata dell’incontro sarà di circa un’ora. Di cosa parleremo? View sui mercati, brokers e domande dalla “platea”.
Con affetto, il vostro adorabile Promotore di Quartiere.

MarkeTime 21/7/2008


Buongiorno, inizia oggi una nuova avventura, attualmente in forma di “post” ed in forma ridotta dal titolo “MARKETIME”, l’idea di fondo è di dare una bussola di riferimento per la navigazione settimanale dunque un appuntamento fisso. E’ chiaro che è impossibile stabilire con certezza cosa sarà il futuro, ma ormai voi lettori siete un pubblico sempre più numeroso (sfiorate a volte i 2000 giornalieri….) e dunque se il blog cresce è perchè chi vi si avvicina capisce qual’è il vero spirito con cui andare sui mercati, quello che usa quotidianamente un Trader che non ha problemi ad operare in diretta e farsi certificare parte di quello che fa. Il mio spirito è sempre quello di dare “scenari” concomitanti ed ho sempre detto che la bravura non è mai “indovinare” ma casomai “reagire con tempismo”, questo è trading! Scenderemo di time frame e saremo spesso a combattere con l’orario, oggi parleremo di future italiano, che sarà il riferimento di MARKETIME poi integrato anche con Dax ed altro. PARTENZA!

alfa.PNG

Scenario Alfa
E’ quello che confermerebbero gli indici americani analizzati su pari time frame, siamo già in onda 3 e pronti per volare quantomeno tra i 29000 ed i 29500. L’imperativo di questo outlook è il proseguimento senza indugi del future, mettiamoci pure un paletto inequivocabile: i prezzi non devono scendere sotto il minimo della terz’ultima barra oraria a 27980, se è onda 3 deve essere una impennata altrimenti qualcosa non quadra.

beta.png

Scenario Beta
Questo è lo scenario più plausibile anche valutando una certa ciclicità che è presente sui tracciati orari ovvero il “mitico” 2 giorni di cui tanto parla il nostro amato lettore Crash. Io ho cercato di inquadrarlo attraverso uno Stocastico, perfezionerò col tempo tale accorgimento. Prima valutazione statistica: quello stocastico raramente compie una oscillazione completa senza ritornare in area di ipervenduto (vale anche il contrario per il lato opposto) e al 99% dopo tale evento al prossimo “ciclo” non manca di arrivare in tale area. Cosa mi fa venire in mente cio? Se unisco il fatto che i volumi in questo ultimo strappo sono poveri allora penso all’essere ancora in un’onda 2 e quindi mi manca una onda c che sgonfi quell’oscillatore che essendo tarato per risuonare attorno a ciclicità in range tra il giorno e mezzo e i due giorni mezzo ne consegue che “vedrei” una apertura anche al rialzo ma poi nel proseguo un inizio di ripiegamento, al più tardi martedì. Queste outlook prevede dunque magari una ultima “finta” al rialzo ma poi un inizio settimana (non oltre mercoledì) orientato al ripiegamento per poi la ripartenza stavolta nella vera onda 3. Dove può atterrare questa onda c che manca? Più o meno tra 27600 e 28000, ovvero a testare quella che è in figura una formazione laterale. A quel punto, confermata la lentezza dello scendere, l’idea di fondo è trovarsi con lo stocastico in ipervenduto e ognuno con le sue armi e tecniche cercare entry point per il rialzo…e che Dio ce la mandi buona ovviamente!!!! Paletti anche qui…certo, allora passiamo sotto allo scenario Gamma.

gamma.png

Scenario gamma
Scartato lo scenario alfa per poca esuberanza in corso d’opera ed essendo ben sintonizzati sul ripiegamento pronti a premere il grilletto per un long che cosa deve farci drizzare le antenne?? Il fatto che ripieghi troppo alla svelta e che si oltrepassino i 27320, a quel punto se nemmeno il ritracciamento del 61,8% fa da supporto è logico pensare che abbiamo sbagliato anche con Beta e allora forse il tutto è da riconsiderarsi come l’essere in una onda 4 e di conseguenza le attese sono per nuovi minimi sotto quelli segnati, tra l’altro questa è una view che il Dax sussurra…saran sospiri e basta? Ovvio, sarà da attendere piccoli rimbalzini per entrare, magari proprio al prossimo ciclo dell’oscillatore che stavolta in fase di rialzo dovrà confermarci la view negativa e dunque non riportare i prezzi sopra i 28100 (anche più sotto sarebbe meglio…). Se poi deve andare giù a pera cotta e allora diamine….vuol dire che ste mani forti han deciso che noi rimaniamo alla finestra tutta la settimana!!! Noi li battiamo pensando che la settimana prossima il mercato apre di nuovo e avrà nuove onde su cui ragionare…non ci scappa tranquilli!!!

La mia preferita?? Io preferirei lo scenario Beta, è quello che maggiormente incastra più dettagli su tutti i mercati ma attenzione…il mercato non fa quello che preferisco io, il mercato fa quello che vuole, il nostro compito non è anticiparlo, è ASSECONDARLO, tenetelo a mente e siate reattivi!

Bene, questi sono i miei “piani di battaglia” per l’ottava entrante, naturalmente le battaglie non sono mai precise come disegnate sulla carta ma un buon generale le deve avere altrimenti addio! Se proprio dobbiamo elemosinare i nostri spicci ad una povera ed affamata “mano forte” che almeno se li guadagni e ce li strappi via coi denti…l’onore delle armi!!!!!

Allora…piaciuta questa MARKETIME ???

Collective2: how to.


c2.PNG


Mi si chiede da più campane di svelare il mistero intorno a Collective2, niente di più semplice. Chi vuol seguire C2 deve semplicemente andare al sito (può farlo tramite il banner qua sul blog), registrarsi (è gratuito) e sottoscrivere il servizio HT-TradingAdvice (non è gratuito). Dopodichè chi non ha velleità di automazioni semplicemente si vedrà recapitare alla sera (tra le 23:00 e le 00:30) eventuali mail con operatività quale ad esempio quella qui sopra mostrata in figura dove si segnala una operazione di Short (Sell to Open) su e-miniSP500 e relativi ordini di stop loss e take profit…se è una operazione di short è ovvio che il prezzo di realizzo minore sarà il take e quello superiore al prezzo di “Sell to open” lo stop loss. Qui sotto l’impostazione dell’ordine sulla piattaforma web di IWBANK (gratuita eccetto per l’informativa dati sul CME che costa 20 euro al mese).

iw.PNG

Si imposta cioè un ordine “Al meglio” ma con condizione di Prezzo contratto minore di un certo valore (è il prezzo di entrata suggerito), si attivano le opzioni riguardanti Stop Loss e Take Profit avendo cura di settarli come ordini “Al meglio” (quando c’è da uscire da un mercato si esce senza tanti fronzoli e al prezzo migliore che si trova).
Tutto qua.