Sempre dalla parte del mercato!


fib0050808.png

Elliott continua ad alimentare molto di più la parte di bilancia delle soddisfazioni rispetto a quella delle delusioni, che poi chiamerei semplicemente “limiti” fisiologici che ogni approccio deve necessariamente avere altrimenti si torna al solito…saremmo tutti ricchi sfondati. Nell’immagine sopra l’evoluzione attuale del mercato italiano, in quella qui sotto le pietanze messe in tavola nella Marketime di lunedì….anche questa volta la “banda Hypertrader” era posizionata al meglio per la battaglia. D’ora in poi valgono i target e le resistenze già individuati nel report citato, per ora contiamo in A-B-C e ipotiziamo mero rimbalzo, al resto vedremo e provvederemo.

Estratto da Marketime
markett.PNG

Prima i fatti poi qualche chiacchera.

c2qq.PNG


Luglio è stato un mese esaltante per il trading effettuato su Collective2: 5 operazioni tutte vincenti, abbiamo portato a casa (io e gli abbonati) 2750$!!! Abbiamo sempre e solo giocato 1 contratto future, questo mese sui mercati mini-SP500 e EuroFx (il petrolio non mi dava garanzie), il capitale impiegato per tale operatività è stato di 5000$ e tra l’altro mai sono serviti tutti assieme, fate un pò voi i conti di quanto sono 2750 su 5000. Adesso la equity che vedete in figura inizia ad essere quella che prediligo, all’inizio complice la non ancora ottimizzazione di alcuni parametri su cui operare abbiamo subito delle oscillazioni, ma roba da poco in quanto C2 mi assegna un rating molto elevato e mi incorona tra i migliori attuali trader (nei primi 15 su 5000) per basso rischio, bassa volatilità di portafoglio. Il tutto semplicemente attendendo delle mail in tarda serata e replicando gli ordini sulle proprie piattaforme o per chi vuole stiamo testando un conto americano convenzionato con cui sarà possibile replicare la mia operatività in automatico. L’obiettivo era un trading “pacato”, senza strappi ed alla portata di tutti….mi sembra che per ora ci sto riuscendo. E’ facile fare chiacchere a posteriori o fumose…più difficile fare operatività reale e misurarsi sul serio. Noi qui sul blog abbiamo messo i nomi, la faccia ed il lavoro reale….fate un pò voi i conti della differenza.

Marketime 28/7


dax240.png


Questa settimana partiamo da un frame a 240 minuti sul Dax, per il momento ciò che è salito dai minimi non può essere “contato” in 5 onde, c’è overlap tra la possibile 4 e la 1 e soprattutto quella che è la 3 è la più corta delle onde e ciò non è ammesso. In soldoni ciò che sta salendo potrà continuare a farlo anche per giorni ma dal punto di vista elliottiano ha una sola interpretazione di fondo: è una correttiva ergo quello che vediamo non è un minimo importante…ne seguiranno altri più profondi, tranquilli. Non metto mai la mano sul fuoco su una analisi, questo è quello che ci mostra il mercato oggi, se ci sarà da correggere sarà a tempo debito.

Nelle stilizzazioni le possibili prosecuzioni, stabilire quando finisce una correttiva è molto difficile, è già conclusa e siamo sul treno per il nuovo minimo? Oppure dopo correzione sui livelli classici di Fibonacci (e sulle canalizzazioni mostrate) c’è un nuovo giochetto rialzista come quello andato in onda? Chiaro che tirare ad indiovinare è fuori luogo, per il momento archiviamo la situazione, per quanto poco ci abbia detto in realtà ci ha detto molto: ci dice che al 90% non è iniziato alcun torello, ci dice che sono possibili caotici movimenti e soprattutto repentini (classici delle correttive), ci dice che essendo probabilmente una correttiva le mani forti giocheranno a far saltare molti stop e quindi il trading in breakout può essere rischioso, ci dice anche che nella situazione fotografata ovvero in mercati volatili contro il trend primario (sempre bearish) gli oscillatori possono esser d’aiuto. Andiamo avanti.

spmib40.png

Ecco il nostro mercato, vediamo di vedere qui anche con l’aiuto della nostra ciclicità a 2 giorni ridondante se è possibile scastrare qualche enigma. Per iniziare la trend che ho tracciato dovrebbe essere quella caratteristica del movimento in atto, perforata al ribasso chiuderà comunque l’onda rialzista, quando avverrà questo? Vediamo, occhio al nostro stocastico: ci indica che la forza è per ora rialzista e per quanto ne sappiamo il future può proseguire up e trovare quantomeno la prima resistenza sui top di 2 sedute fa…in caso si oltrepassino è ovvio che abbiamo una tendenza forte sottostante e ci proietterà ai 30000-30400. Altra possibilità analoga è lo sgonfiarsi dell’ipercomprato sopra la nostra trend, manterrà sentiment rialzista robusto.

Arriviamo invece alle possibilità mostrate in figura: la trend non regge, cosa osservare? Inanzitutto abbiamo spazio per short veloci fino ad area 27990 con eventuali prosecuzioni fino a 27590. Tenendo conto della ciclicità osservata potremmo arrivarci già domani o martedì. Poi, in area supportiva (a meno di scrolloni assurdi..se passa i supporti si va quasi certi ad un nuovo minimo..e anche lì ci saranno spazi di entrata intraday) possiamo ipotizzare la ripresa di un ciclo a 2 giorni e dunque il nostro indicatore che inverte al rialzo. Bene, è da quel rialzo che si decidono i giochi, le ipotesi sono due, rosso e blu, diversissime nell’epilogo ma hanno in comune un pezzo di percorso.

E’ ovvio che se si vuole saltare su un possibile treno rialzista (sul Dax saremmo sulla stilizzazione verde) quello è il punto dove tentare..e poi? E poi è da osservare il momentum di tale balzo, deve essere paragonabile al primo strappo partito dai minimi, sul primo ciclo a 2 giorni che ha fatto gridare tutti al “rialzo”. Se invece sarà asfittico è chiaro che sarà il percorso blu ad acquisire probabilità e di conseguenza….. Bene, anche questa settimana abbiamo ipotizzato scenari e creato non certo un “futuro” ma dei “paletti” dove attendere al varco ed interpretare il mercato questo si.

Report difficile me ne rendo conto..ma è la fase di mercato ad esserlo, si può sempre attendere che vi sia più luce, non dimenticatelo e soprattutto non dimenticate che il mercato può fare quello che vuole e dunque vale la regola ferrea: stanno succedendo cose da noi non ipotizzate? Allora siamo Generali senza piani di battaglia adeguati e la saggia decisione è attendere, mai dimenticarsi che il mercato la prossima settimana è aperto, noi, se rimaniamo in mutande no!

Marketime a posteriori.


minifib.png


Lunedì ho dato il via ad uno screening a forte carattere operativo, l’ormai noto “MArketime” ed eccoci a valutare cosa è successo, non tanto a scopo celebrativo quanto per meglio comprendere ciò che è successo e quanto la chiave di lettura data era attinente. Avevo indicato come primo livello da non superare al ribasso quello indicato dal segmento rosso, in tal caso era da supporre la tenuta dello scenario Alfa, così è stato per la giornata di Lunedì, la gamba più lunga fatta dal mercato è stata rialzista ed i daytraders in linea con alfa hanno avuto di che gioire. Nell’appuntamento in “filo diretto su Skype” ho espresso ai partecipanti i miei dubbi su alfa in virtù del rialzo poco “gagliardo”, e difatti sullo sgonfiamento dello stocastico (come detto in MArketime) abbiamo avuto il ritracciamente che ci ha dirottato su Beta. Avevo indicato le due linee celesti orizzontali quali supporti, mi attendevo una via di mezzo, il mercato ha sfiorato la prima, debbo dire un pò meravigliandomi, ma a quel punto l’inversione dello stocastico, settato su una ciclicità ridondante per la nostra borsa (1,5 – 2,5 giorni). Avevo indicato anche questo su Marketime e avevo detto che lo avrei considerato un semaforo verde (con le dovute attenzioni) per il completamento dello scenario Beta ed il raggiungimento dei target prefissati ovvero area 29000-29500. Il top attuale su questa struttura è 29175, direi target centrato appieno. Cosa attendersi adesso? Direi che occorre valutare maggiori dati, anche alla luce dell’attuale movimento americano…se vi dicessi che a questo punto nessuno dei 3 scenari Alfa, Beta, Gamma mi entusiasma più???? Il mercato è dinamico ed anche il Trader lo deve essere…anche fossero tutti e tre da buttare comunque vada fino ad oggi ci hanno fatto navigare bene, al domani ci penseremo, alla prossima MArketime, ad inizio ottava. Allora, vi ha fatto comodo avere queste “proiezioni”??? Volevate che indicassi con certezza quale era lo scenario corretto?? Io sono un trader…non un fenomeno da baraccone, faccio il professionista non la Maga Circe e la borsa non è per avventori.

Collective2: how to.


c2.PNG


Mi si chiede da più campane di svelare il mistero intorno a Collective2, niente di più semplice. Chi vuol seguire C2 deve semplicemente andare al sito (può farlo tramite il banner qua sul blog), registrarsi (è gratuito) e sottoscrivere il servizio HT-TradingAdvice (non è gratuito). Dopodichè chi non ha velleità di automazioni semplicemente si vedrà recapitare alla sera (tra le 23:00 e le 00:30) eventuali mail con operatività quale ad esempio quella qui sopra mostrata in figura dove si segnala una operazione di Short (Sell to Open) su e-miniSP500 e relativi ordini di stop loss e take profit…se è una operazione di short è ovvio che il prezzo di realizzo minore sarà il take e quello superiore al prezzo di “Sell to open” lo stop loss. Qui sotto l’impostazione dell’ordine sulla piattaforma web di IWBANK (gratuita eccetto per l’informativa dati sul CME che costa 20 euro al mese).

iw.PNG

Si imposta cioè un ordine “Al meglio” ma con condizione di Prezzo contratto minore di un certo valore (è il prezzo di entrata suggerito), si attivano le opzioni riguardanti Stop Loss e Take Profit avendo cura di settarli come ordini “Al meglio” (quando c’è da uscire da un mercato si esce senza tanti fronzoli e al prezzo migliore che si trova).
Tutto qua.

Il Fibbista 14 luglio


minifib.gif


Il mio trade per domani sul fib è quello mostrato qua sopra, short sul minimo odierno solito stop di 415 punti e profit di 400. Dunque entry a 27910, take a 27510 e stop loss a 28325. NAturalmente la speranza è una paertura non in gap in quanto i livelli di take e stop sono fissi a quelle quote e non mutano in caso di eseguito distante dal prezzo da me indicato quale breakout. Vedremo che succede.

Il Fibbista 24/6


minifib23.gif


Proseguo con la nuova linea data al blog ovvero più operatività, la cara Margot sta affrontando un qualcosa che ci mancava, la costruzione di semplici portafogli su base “fondamentale” ovvero niente timing maniacale, vediamo come evolve questo ulteriore “laboratorio”. Io per quello che mi riguarda continuo a scornarmi col derivato italiano e per la seduta di domani vado Short sotto il minimo dell’ultima. Solito take di 400 pts e solito stop di 415 pts, naturalmente espressi in “quote” di future (come vedete sul grafico) e non inficiati da possibili slippage ine ntrata del trade. Lo slippage è uno dei costi del trading, fa parte del gioco.