UFFICIO RECLAMI: GIALLO COL CONTO ARANCIO


Buonasera BLog’s People!
Riapre l’Ufficio Reclami di HyperTrader per una segnalazione di un lettore del blog. Il lettore mi invia una mail nella quale mi spiega la sua “disavventura” con ING DIRECT….o meglio, col prodotto di punta di Ing Direct: CONTO ARANCIO.

Ecco la mail:
Ciao Adriano,
circa due mesi fa ricevo una lettera da parte di Ing Direct nella quale mi viene fatta una proposta commerciale: aprire il Conto Arancio in cambio di buoni carburante per 50€. Leggo bene la lettera: l’unica condizione è non essere mai stati correntisti Ing Direct, due mesi di tempo per attivare il conto, nessun importo minimo. Mi lascio convincere dal regalo in buoni carburante e sottoscrivo il conto on line facendo il primo bonifico per l’apertura di 1€. Circa dieci giorni dopo ricevo il kit di benvenuto (con una password provvisoria ad un link che mi permette di consultare lo stato di avanzamento della mia pratica) e un’altra lettera nella quale mi viene chiesto l’attestazione di identità. Ovvero: a Ing Direct non è sufficiente l’invio di un documento di identità, del tesserino del codice fiscale, di un numero di telefonia fissa a me intestato, di un bonifico da un conto a me intestato proveniente da una banca terza presso la quale sono regolarmente censito ed infine di aver risposto ad una loro iniziativa commerciale fatta con lettera nominativa al mio indirizzo nella quale era contenuto un codice da utilizzare per l’apertura on line del conto! Si rendeva necessaria la firma di uno sportellista della banca dove si ha già un conto o, come nel mio caso, di un promotore trattandosi di una banca senza sportelli. Mi domando che valore possa avere la certificazione di una persona che nè lavora nè è conosciuta da Ing Direct.
Passa ancora qualche giorno e ricevo una telefonata da parte di una gentile impiegata di Ing Direct che, dopo avermi identificato con data e luogo di nascita e indirizzo di residenza mi sollecita all’invio dell’attestazione di identità suggerendomi, se avessi dei problemi nel rivolgermi ad uno sportello bancario o ad un promotore, di utilizzare il loro punto operativo più vicino con personale addetto per l’identificazione situato presso…..il centro commerciale I Gigli a Prato!?!? Per uno che abita ad Arezzo…….forse i buoni carburante servivano a questo? Ma non è tutto vengo anche informato di aver sbagliato la causale del primo bonifico che deve necessariamente essere nel formato “codice cliente virgola cognome” e basta. Pertanto quel primo bonifico non era valido (ma se hanno capito che l’ho inviato io perchè non era valido?) e quindi sarebbe tornato al mittente e sarebbe stato necessario un altro bonifico con la causale scritta nel modo giusto. Mi adeguo. Invio un altro bonifico da 1€ e mi faccio “identificare” da un amico promotore.
Nei giorni seguenti continuo a ricevere lettere (almeno quattro) da parte di Ing Direct con all’interno il modulo per l’attestazione di identità già compilato e solo da firmare e rispedire con lettera preaffrancata. Verifico lo stato di avanzamento della mia pratica sul sito indicato e risulta che i documenti e il primo bonifico sono stati ricevuti; manca solo l’emissione del PIN per poter operare sul conto. Dopo oltre un mese dall’apertura on line chiamo il numero verde. Spiego la situazione. Vengo identificato con luogo data di nascita e indirizzo (ma se questi dati sono sufficienti per essere identificati via telefono perchè non lo sono per aprire il conto? Mah!) e quindi vengo informato che il primo bonifico è stato stornato e se voglio mi forniscono il numero CRO (lascio perdere….per un euro mi fido), ma che ancora manca l’attestazione di identità. Faccio presente che l’ho inviata alcune settimane prima e che il sito dello stato di avanzamento della pratica conferma il corretto completamento della procedura. La mia chiamata viene dirottata su un’altra impiegata che dopo una ricerca mi conferma che la documentazione è completa e che si attiverà presso l’ufficio competente per l’emissione del PIN.
Che fortuna! Che fortuna aver messo solo un euro sul mio Conto Arancio n° 313909772. Se ci avessi messo una grossa cifra ed oggi la rivolessi indietro non saprei come fare perchè dopo oltre due mesi non ho ancora il PIN.
Ciao.
Lettera firmata

Investire 1 euro per averne 50…., non male come idea. A parte gli scherzi (comunque la tua idea è stata geniale!) se le condizioni dell’iniziativa commerciale erano quelle (e nessuno ti ha contestato niente nei successivi contatti telefonici) Ing Direct deve “regalarti” i 50 euro di buoni benzina!
Nel frattempo segnaleremo a Ing Direct il post che li riguarda…..se vogliono rispondere il blog è aperto a tutti, altrimenti hanno il tuo numero di Conto Arancio e, magari dopo essersi riaccertati che tu sia chi sostieni di essere, ti daranno tutte le delucidazioni del caso.
Un favore: aggiornaci!
Con affetto, il vostro adorabile Promotore di Quartiere.

Annunci

8 Risposte

  1. Ciao Adriano, cosa ne pensi della nuova banca retail di Mediobanca http://www.chebanca.it/
    e delle sue offerte?

  2. Ciao Stella.
    Cosa penso? E’ una nuova offerta per la clientela retail. Interessi del 4,7% in 12 mesi….. equivalgono al 3,4% netto perchè la ritenuta applicata è del 27% (come su Conto Arancio). Ma se li svincoli prima….prendi il 4% lordo. In più (o in meno?) considera che si tratta solo di un “conto corrente”, quindi se uno necessita di altri servizi deve, comunque, avere un altro conto.
    Tutto è buono, tutto è bello….basta che si allinei con le esigenze dei clienti.

  3. Le richieste di ING DIRECT per l’attivazione del Conto Arancio sono purtroppo dettate dalla normativa antiriciclaggio, che prevede alcuni criteri per rendere l’identificazione piu’ “sicura”. Detto questo, hanno il tuo numero di conto e sicuramente hanno visto il tuo intervento, per cui magari si faranno vivi loro…

  4. IO SONO CLIENTE CONTO ARANCIO MI CHIEDO SE LE PROMOZIONI DI INTERESE DURANO UN ANNO IL SECONDO ANNO CAMBIO IL CONTO O COME FACIO

  5. come ottenere l’attivazione del c/c arancio dopo 20 gg dal primo bonifico

    ho deciso di aprire un c/c arancio ed ho avviato la pratica. dopo l’assenzo sulla documentazione inviata, ho effettuato il primo bonifico in data 09/01/2012 per l’attivazione del conto.
    A tutt’oggi 28 gennaio 2012, il mio conto non è attivo, la somma trasferita, per me importante, è fuori dalla mia disponibilità!!!
    A tale grave inadempimento si aggiunge la beffa delle risposte alle mie varie telefonate, fax e mail di protesta,che si concludono tutte con “si tratta di un problema tecnico” o “di siatema”, provvederemo nei prossimi giorni!
    Francamente sono preoccupato e arrabbiatissimo.
    A chi mi dovrò rivolgere se i miei soldi non mi saranno restituiti o resi disponibili mediante attivazione immediata del c/c arancio?
    Vado dai carabinieri?
    giovanni

  6. ho aperto un conto a voi pero vedo che non siete seri,aspeto di 3 mesi per a mi arrivare pasword,cosa si succede,quela quale mia fatto conto no risponde al tel.anche al email.faetemi sapere di sapete colcosa.ciao florin.

  7. Carissima ing direct avrei delle domande da sottoporvi:

    Ho fatto richiesta di apertura di un SECONDO contocorrente
    conintestato sempre presso da voi, ed è passato circa un mese
    e nessuno sa darci risposta del perchè non riuscite a fornircelo.
    Dopo svariate chiamate al call center dove ognuno raccontava la sua
    ancora oggi non abbiamo idea di quando verrà aperto.
    La richiesta del conto cointestato serviva per aprire un mutuo sempre con
    voi e che anche per questo avrei una domanda da porvi. La mia compragna ha un contratto
    a tempo indeterminato a circa 2k al mese io sono consigliere di un azienda
    e guadagno circa la stessa cifra, abbiamo richiesto il minimo che si può chiedere
    di mutuo 50k su un appartamento che ne vale 250k. Ci sono volute quasi 3 SETTIMANE per
    avere a la redduidalità per poi sentirci dire che non ci verrà concesso perchè
    il mio contratto è ATIPICO ..Ma voi sapete quanti amministratori e consiglieri
    esistono in Italia ? Sapete cosa è un contratto ATIPICO ?! Per finire sul vostro
    contratto dettate le regole per i giorni di valuta sul versamento di assegni etc ,
    ebbene a fine Luglio ho versato un assegno circolare dove la valuta sarebbe
    dovuta essere del giorno dopo il versamento e dopo 4 giorni la disponibilità invece
    la valuta è stata di 7 gg dopo e vi lascio immaginare la disponibilità.

    Ora la vera domanda è ma perchè io e la mia compagna dovremmo lasciare i nostri risparmi presso di voi ??

    Saluti

  8. il mio commento dopo 17 anni di conto arancio é non apritelo!!! tutto bene finché versi ma se devi richiedere assegni circolari o fare bonifici é un dramma… operatrici che rispondono NORMALMENTE…. DI SOLITO… ma scherziamo? una norma é una norma quindi mi dici esattamente le cose come stanno.
    Ieri ho disposto un bonifico di oltre 20000 euro e mi rispondono NORMALMENTE oltre quella cifra viene richiesto un modulo firmato.. ma dove sta scritto tutto questo? da denuncia limitano l’utilizzo del mio denaro e mi fanno fare figuracce al creditore.
    A breve chiusura dei conti miei e dei miei familiari
    saluti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: